Zuppa gallurese

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Zuppa gallurese
suppa cuata
Zuppa gallurese (01).jpg
Origini
Luogo d'origine Italia Italia
Regione Sardegna
Dettagli
Categoria primo piatto
Ingredienti principali
  • pane raffermo
  • brodo
  • formaggio vaccino e pecorino
  • prezzemolo
Varianti diverse
 

La zuppa gallurese o suppa cuata, è un piatto tipico della Gallura[1] - subregione storica e geografica del nord Sardegna - ma è diffusa anche in altre zone dell'isola.
Si prepara predisponendo in una teglia vari strati di pane raffermo che viene inumidito con brodo di carne di bovino - eventualmente insaporito con carne di pecora - e arricchito con formaggio vaccino grattugiato o in scaglie, (casgiu spiattatu) e, a discrezione, con pecorino stagionato. Possono essere aggiunti vari odori quali menta, prezzemolo, cannella, noce moscata o altre erbette aromatiche. La cottura avviene in forno.
È possibile gustare questo piatto in varie interpretazioni locali compresa le varianti nelle quali al posto del pane raffermo si utilizzano la "spianata" o il pane carasau.

Zuppa gallurese (02).jpg

Nonostante in passato fosse definito "piatto dei poveri" per la semplicità degli ingredienti, è il piatto principe delle tavole dei galluresi, sia per le classi agiate che per quelle meno abbienti e infatti è da sempre considerato il "primo" per antonomasia in occasioni importanti come le festività principali e soprattutto "a li coi", i pranzi nuziali della Gallura.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Ricetta La zuppa gallurese, su ButtaLaPasta. URL consultato il April 27, 2016.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]