Xi Cygni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Xi Cygni
La Costellazione del CignoLa Costellazione del Cigno
Classificazione supergigante arancione
Classe spettrale K4,5 Ib-II
Distanza dal Sole 1200 anni luce
Costellazione Cigno
Coordinate
(all'epoca J2000.0)
Ascensione retta 21h 4m 55,86s
Declinazione +43° 55′ 40,3″
Lat. galattica 85,9294°[1]
Long. galattica -02.0779°[1]
Dati fisici
Raggio medio 200 R
Massa
8-10 M
Temperatura
superficiale
4007 K (media)
Luminosità
9400 L
Metallicità 55 % del Sole[2]
Dati osservativi
Magnitudine app. 3,72
Magnitudine ass. -4,07
Velocità radiale -19,7 km/s
Nomenclature alternative
62 Cygni; HD 200905; HIP 10460; HR 8079; SAO 50424[1]

Xi Cygni (ξ Cyg / ξ Cygni, 62 Cyg / 62 Cygni) è una stella della costellazione del Cigno, situata a 1200 anni luce di distanza dal sistema solare.

Osservazione[modifica | modifica wikitesto]

La sua posizione moderatamente boreale fa sì che questa stella sia osservabile specialmente dall'emisfero nord, in cui si mostra alta nel cielo nella fascia temperata; dall'emisfero australe la sua osservazione risulta invece più penalizzata, specialmente al di fuori della sua fascia tropicale. Essendo di magnitudine +3,72, la si può osservare anche dai piccoli centri urbani senza difficoltà, sebbene un cielo non eccessivamente inquinato sia maggiormente indicato per la sua individuazione.

Il periodo migliore per la sua osservazione nel cielo serale ricade nei mesi compresi fra fine giugno e novembre; nell'emisfero nord è visibile anche per tutto l'autunno, grazie alla declinazione boreale della stella, mentre nell'emisfero sud può essere osservata in particolare durante i mesi del tardo inverno australe.

Caratteristiche fisiche[modifica | modifica wikitesto]

Xi Cygni è una supergigante arancione di tipo spettrale K4,5 II-Ib[3]: possiede una temperatura superficiale di circa 4000 K, una massa di 8-10 masse solari e una luminosità pari a 9400 volte quella solare[4]. Se fosse posizionata al centro del sistema solare, raggiungerebbe l'orbita della Terra, ovvero 1 UA. È anche una binaria spettroscopica, nella quale le due componenti ruotano tra di loro in 113 giorni[5].

La sua velocità di rotazione è stata calcolata, e misura circa 3,4 km/s, anche se questa è tuttavia solo un limite inferiore, non conoscendo l'inclinazione dell'asse di rotazione della stella.

Dopo aver iniziato la vita come una nana bianco-azzurra di sequenza principale di tipo spettrale B1 30 milioni di anni fa, si sta ora avvicinando alla fine della sua esistenza: tuttavia il suo destino è molto incerto, perché la sua massa la pone a metà strada tra le stelle destinate a esplodere come supernovae e le stelle di massa minore, destinate a diventare delle nane bianche[4].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Xi Cygni (SIMBAD)
  2. ^ Xi Cygni, an orange supergiant star in Cygnus. URL consultato il 27 agosto 2012.
  3. ^ Xi Cygni
  4. ^ a b Xi Cygni (Stars, Jim Kaler)
  5. ^ Onderlicka, B. and Handlireva, D., The spectroscopic binary XI Cygni in European Regional Astronomy Meeting of the IAU, vol. 5, Harmanec, P., 1987, p. 331.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

stelle Portale Stelle: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di stelle e costellazioni