Wolfe Tones

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Wolfe Tones
Fotografia di Wolfe Tones
Paese d'origine Irlanda Irlanda
Genere Irish rebel music
Folk
Periodo di attività 1963 – in attività
Album pubblicati 14
Sito web

I Wolfe Tones sono un gruppo musicale assai legato alla musica tradizionale irlandese e in particolare specialista del repertorio repubblicano[1].

Il nome del gruppo è un omaggio a Theobald Wolfe Tone, ribelle e patriota irlandese, figura di spicco nella ribellione irlandese del 1798, nel doppio senso di verso del lupo –  suono spurio che può influenzare gli strumenti della famiglia del violino.

Le origini del gruppo risalgono all’agosto 1963, quando tre ragazzi dello stesso quartiere dublinese di Inchicore cominciarono a suonare insieme. In seguito si aggiunse Tommy Byrne, che incontrarono in occasione di un  festival all’aperto ad Elphin, Contea di Rosscommon nel 1964. I Wolfe Tones continuarono a suonare con una band a tre elementi che comprendeva Brian Warfield, Noel Nagle & Tommy Birne (fratello di Brian Derek uscito dalla band nel 2001).

 La canzone “Irish Eyes” è stata scritta da Brian Warfield per sua madre Kathleen che morì di cancro l’anno prima della sua pubblicazione. Una canzone sull’emigrazione verso Londra intitolata “My Heart is in Ireland” divenne la hit  n.2 per la band.

La canzone “Celtic Symphony” è stata scritta da Brian Warfield nel 1987 per il centenario del Celtic Football Club.

Nel 2002, dopo una campagna via e-mail orchestrata dai fan, la loro interpretazione di “A Nation Once Again” di Thomas Osborne Davis, è stata votata la canzone numero uno di tutti i tempi  a seguito di un sondaggio della BBC World Service.

Nel 2014 i Wolfe Tones celebrano il loro cinquantesimo anniversario. Martedì 8 Gennaio 2013 Brian Warfield  ha annunciato, tramite la newsletter del Gruppo, che, di comune accordo, hanno deciso di ritirarsi al termine del loro cinquantesimo anniversario, nel mese di novembre 2014. Ha inoltre aggiunto che, sebbene non più in tour, i Wolfe Tones sarebbero rimasti comunque disponibili per eventi speciali; in tal senso, il gruppo ha previsto solo due show, a Roma,  per unirsi agli amici dello Scholars Lounge, tradizionale locale irlandese nel cuore di Roma, che celebra i 10 anni di attività. I Wolfe Tones, nei loro 52 anni di storia, non hanno mai suonato in Italia.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Siobhán Marie Kilfeather, Dublin: A Cultural History, Oxford University Press, 2005, p. 234.
Controllo di autorità VIAF: (EN130361826