White Light, White Heat, White Trash

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
White Light, White Heat, White Trash
Artista Social Distortion
Tipo album Studio
Pubblicazione 1996
Durata 46:33
Dischi 1
Tracce 12
Genere Rock alternativo[1]
Hard rock[1]
Rock and roll[1]
Etichetta Epic Records
Produttore Michael Beinhorn
Registrazione agosto 1995 - giugno 1996
Social Distortion - cronologia
Album successivo
(1998)

White Light, White Heat, White Trash (aka WLWHWT) è il quinto album della punk rock band statunitense Social Distortion, pubblicato dalla Epic Records il 17 settembre 1996. Il titolo dell'album si rifà all'album White Light/White Heat dei Velvet Underground.

Il suono è più duro che negli album precedenti e rappresenta un ritorno alle radici.

È stato inserito dai lettori della rivista Kerrang! al 41º posto tra i migliori 50 album punk di sempre.[2]

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

  1. Dear Lover – 4:43
  2. Don't Drag Me Down – 3:51
  3. Untitled – 4:45
  4. I Was Wrong – 3:58
  5. Through These Eyes – 3:15
  6. Down on the World Again – 3:22
  7. When the Angels Sing – 4:15
  8. Gotta Know the Rules – 3:28
  9. Crown of Thorns – 4:15
  10. Pleasure Seeker – 3:33
  11. Down Here (With the Rest of Us) – 4:19
  12. Under My Thumb (Mick Jagger/Keith Richards) – 2:49

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) White Light, White Heat, White Trash, Allmusic.com. URL consultato l'08-12-2009.
  2. ^ ~~~~ www.rocklist.net ~~~~

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Punk Portale Punk: accedi alle voci di Wikipedia che parlano di musica punk