Werner Caskel

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Werner Caskel (Danzica, 5 marzo 1896Colonia, 28 gennaio 1970) è stato un arabista e storico tedesco.

Fu probabilmente perché figlio di un ebreo[1] che Caskel s'interessò alle tematiche arabistiche. Dopo aver completato i suoi studi universitari a Lipsia (1924) e aver ottenuto l'abilitazione all'insegnamento a Berlino (1928), fu libero docente dal 1930 al 1938 nell'Università di Greifswald. Fu professore universitario nella von Humboldt-Universität di Berlino dal 1946 e, dal 1948, nell'Università di Colonia, in cui nel 1964 divenne professore emerito.

Opere scelte[modifica | modifica wikitesto]

  • Arabic inscriptions, 1936
  • Die Beduinen (con Max von Oppenheim), 2 voll., 1939-1944
  • "Der arabische Stamm vor dem Islam: Gesellschaftliche und juristische Organisation", Atti del convegno internazionale sul tema: Dalla tribù allo stato, Roma 13-16 aprile 1961, Roma, 1962, pp. 159–161.
  • Ǧamharat an-nasab: das genealogische Werk des Hišam Ibn Muḥammad al-Kalbī (con Gert Strenziok), Leiden. E. J. Brill, 1966.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Testo della conferenza svolta nel 1996 su The Jewish Discovery of Islam: Studies in Honor of Bernard Lewis, ed. Martin Kramer (Tel Aviv, The Moshe Dayan Center for Middle Eastern and African Studies, 1999).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN115081531 · LCCN: (ENn85221873 · GND: (DE118667351
biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie