Vincenzo Speziali

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Vincenzo Speziali

Senatore della Repubblica Italiana
Legislature XVI
Gruppo
parlamentare
Il Popolo della Libertà
Circoscrizione Calabria
Incarichi parlamentari
  • Segretario della 6ª Commissione permanente (Finanze e tesoro)
  • Membro del Comitato parlamentare Schengen, Europol e immigrazione
Sito istituzionale

Dati generali
Partito politico Forza Italia
Titolo di studio laurea in ingegneria
Professione ingegnere, imprenditore

Vincenzo Speziali (Bovalino, 4 luglio 1931Catanzaro, 24 settembre 2016) è stato un imprenditore, politico e ingegnere italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Già dirigente dell'ENI, ha avviato la sua attività imprenditoriale con la costituzione di una industria di laterizi e poi successivamente con altre iniziative imprenditoriali che formano il "Gruppo Speziali"

Il 2 giugno 1992 viene nominato Cavaliere del lavoro. Dal 2001 al 2006 è presidente della "Sacal", la società di gestione dell'aeroporto di Lamezia Terme, membro del consiglio di reggenza della Banca d'Italia e vicepresidente della Banca Popolare di Crotone. Già presidente regionale di Confindustria in Calabria.

Nel 2008 intraprende l'attività politica all'interno del progetto del Popolo della Libertà e viene eletto senatore. L'incarico alla Sacal viene dichiarato compatibile con il mandato parlamentare in base al precedente di Pietro Fuda alla SOGAS[1].

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere del lavoro - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere del lavoro
«Costituisce, nel 1962, in Santa Maria di Catanzaro, la Società I-A.SOL.PRE per l'industria dei laterizi e, successivamente, in Marcellinara, realizza un importante stabilimento per la produzione di calce e derivati, ed oggi anche di cemento (CAL.ME. S.pA). Opera, proficuamente, nel settore dell'edilizia abitativa e dell'edilizia turistica nella Provincia. In ognuna di tali attività Speziali ha dimostrato come una sana e corretta applicazione di principi morali e gestionali possa favorire, anche in una realtà economicamente depressa come quella calabrese, la nascita e lo sviluppo di una valida imprenditoria con conseguente creazione di posti di lavoro ed occupazione. Tali doti hanno fatto sì che Speziali venisse chiamato a presiedere l'associazione degli Industriali, l'associazione Operatori Economici per lo Sviluppo Industriale della provincia di Catanzaro. E componente del Consiglio Centrale Piccola Industria. E Vice Presidente della Banca Popolare Cooperative di Crotone e già componente il Consiglio di Reggenza della Banca d'Italia.»
— 1992[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Seduta della Giunta delle elezioni del Senato del 9 febbraio 2010.
  2. ^ Sito web del Quirinale: dettaglio decorato.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]