Vincenzo Speziali

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Vincenzo Speziali
Vincenzo Speziali datisenato 2008.jpg

Senatore della Repubblica Italiana
In carica
LegislaturaXVI
Gruppo
parlamentare
Il Popolo della Libertà
CircoscrizioneCalabria
Incarichi parlamentari
  • Segretario della 6ª Commissione permanente (Finanze e tesoro)
  • Membro del Comitato parlamentare Schengen, Europol e immigrazione
Sito istituzionale

Dati generali
Partito politicoForza Italia
Titolo di studiolaurea in ingegneria
Professioneingegnere, imprenditore

Vincenzo Speziali (Bovalino, 4 luglio 1931Catanzaro, 24 settembre 2016) è stato un imprenditore, politico e ingegnere italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Già dirigente dell'ENI, ha avviato la sua attività imprenditoriale con la costituzione di una industria di laterizi e poi successivamente con altre iniziative imprenditoriali che formano il "Gruppo Speziali".

Il 2 giugno 1992 viene nominato Cavaliere del lavoro. Dal 2001 al 2006 è presidente della "Sacal", la società di gestione dell'aeroporto di Lamezia Terme, membro del consiglio di reggenza della Banca d'Italia e vicepresidente della Banca Popolare di Crotone. Già presidente regionale di Confindustria in Calabria.

Nel 2008 intraprende l'attività politica all'interno del progetto del Popolo della Libertà e viene eletto senatore. L'incarico alla Sacal viene dichiarato compatibile con il mandato parlamentare in base al precedente di Pietro Fuda alla SOGAS[1].

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere del lavoro - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere del lavoro
«Costituisce, nel 1962, in Santa Maria di Catanzaro, la Società I-A.SOL.PRE per l'industria dei laterizi e, successivamente, in Marcellinara, realizza un importante stabilimento per la produzione di calce e derivati, ed oggi anche di cemento (CAL.ME. S.pA). Opera, proficuamente, nel settore dell'edilizia abitativa e dell'edilizia turistica nella Provincia. In ognuna di tali attività Speziali ha dimostrato come una sana e corretta applicazione di principi morali e gestionali possa favorire, anche in una realtà economicamente depressa come quella calabrese, la nascita e lo sviluppo di una valida imprenditoria con conseguente creazione di posti di lavoro ed occupazione. Tali doti hanno fatto sì che Speziali venisse chiamato a presiedere l'associazione degli Industriali, l'associazione Operatori Economici per lo Sviluppo Industriale della provincia di Catanzaro. E componente del Consiglio Centrale Piccola Industria. E Vice Presidente della Banca Popolare Cooperative di Crotone e già componente il Consiglio di Reggenza della Banca d'Italia.»
— 1992[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Seduta della Giunta delle elezioni del Senato del 9 febbraio 2010.
  2. ^ Sito web del Quirinale: dettaglio decorato.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]