Villa York

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Villa York (Roma))
Jump to navigation Jump to search
Villa York
Villa duca di york.JPG
Villa York
Ubicazione
StatoItalia Italia
LocalitàRoma
IndirizzoMunicipio XII
Caratteristiche
TipoVilla, parco storico
Superficie78 ettari
GestoreRoma Natura
AperturaProssima apertura
IngressiVicolo del Forte Bravetta
Realizzazione
ArchitettoPietro Paolo Drei
Mappa di localizzazione

Coordinate: 41°52′05.1″N 12°25′50″E / 41.868083°N 12.430556°E41.868083; 12.430556

Villa York è una villa romana immersa nella Valle dei Casali, nel suburbio S.VIII Gianicolense, nel territorio del Municipio Roma XII.

Non è lontana da Villa Doria Pamphilj, Complesso del Buon Pastore, Casal Ninfeo e con vista sulla cupola di S. Pietro.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Prende il nome dal cardinale Enrico Benedetto Stuart, duca di York, nipote di Giacomo II d'Inghilterra, del ramo cattolico degli Stuart che, alla fine del XVII secolo, in seguito alla Gloriosa rivoluzione, era stato escluso dal trono inglese. Precedentemente la villa era nota come Villa Baldinotti o Bichi Ruspoli. Nel 1647 Zenobio Baldinotti acquistò un fondo, prima proprietà ecclesiastica denominata Casal di Marcello, e iniziò la costruzione di una villa barocca, avvalendosi dell'opera di Pietro Paolo Drei. Nel 1697 la villa divenne di proprietà della marchesa Girolama Bichi Ruspoli, che si avvalse del pittore Giovanni Ulisse Cariaci per le decorazioni.

Passata al principe Benedetto Giustiniani fino al 1804, divenne poi proprietà appunto del duca di York, fino al 1808, ed infine dei Silvestri e dei Troiani. La villa divenne una tipica azienda agricola e per questo divenne proprietà della Federconsorzi; fu poi coinvolta nella complessa vicenda della procedura concorsuale di quest'ente pubblico,[1] con proposte di scambio da parte di immobiliaristi[2][3]. La tenuta denominata "Villa York" è stata venduta a privati nel febbraio 2017[4].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ s:Federconsorzi: l'attesa continua
  2. ^ L'Espresso, su books.google.it, Editrice L'Espresso, 2 gennaio 2018. Ospitato su Google Books.
  3. ^ Federconsorzi (PDF), su federagronomi.it (archiviato dall'url originale il 27 settembre 2007).
  4. ^ Villa York venduta ai cinesi di Taiwan, su valledeicasali.blogspot.it.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]