Villa Biancardi (Codogno)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Villa Biancardi
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneLombardia
LocalitàCodogno
Coordinate45°09′32.04″N 9°42′00.11″E / 45.1589°N 9.70003°E45.1589; 9.70003Coordinate: 45°09′32.04″N 9°42′00.11″E / 45.1589°N 9.70003°E45.1589; 9.70003
Informazioni generali
CondizioniIn uso
Costruzionefine XIX secolo
Stileliberty
Realizzazione
ArchitettoGino Coppedè
Committentefamiglia Biancardi

La villa Biancardi è una villa di Codogno in stile liberty, risalente all'Ottocento, opera dell’architetto Gino Coppedè[1]. È situata vicino al centro storico della città, lungo viale Risorgimento.

L'edificio è a pianta irregolare, con struttura in mattoni pieni a corsi regolari, tetti a padiglione con rivestimento in tegole portoghesi. Il corpo principale dell'edificio, di due piani fuori terra e piano seminterrato, è mosso dalla presenza di una torretta angolare sul lato posteriore della villa, e da due rialzi posti ai lati della facciata principale, a imitazione di un castello con torri angolari.

La facciata principale presenta un'alta zoccolatura in pietra lavorata rustica che comprende lo scalone d'accesso: il rosso dei mattoni contrasta con il bianco della pietra. Sono inoltre presenti decorazioni a graffito policrome. Lo scalone a due rampe conduce ad una loggia a tre campate posta al centro del piano nobile. Numerose finestre muovono la facciata.

La proprietà comprende, oltre alla villa padronale abitata tuttora, l'edificio della portineria.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Villa Biancardi, su lombardiabeniculturali.it, Sistema Informativo Regionale dei Beni Culturali (SIRBeC) – Regione Lombardia. Modifica su Wikidata

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]