Vilhjálmur Einarsson

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Vilhjálmur Einarsson
Nazionalità Islanda Islanda
Atletica leggera Athletics pictogram.svg
Specialità Salto triplo
Carriera
Nazionale
Islanda Islanda
Palmarès
Giochi olimpici 0 1 0
Campionati Europei 0 0 1
Per maggiori dettagli vedi qui
 

Vilhjálmur Einarsson (Reyðarfjörður, 5 giugno 1934) è un ex triplista islandese, vincitore della prima medaglia olimpica nella storia del suo paese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Cresce nel villaggio di Reyðarfjörður, nell'est dell'isola. Emerge nello scenario sportivo internazionale quando vince la medaglia d'argento nel salto triplo ai Giochi della XVI Olimpiade nel 1956. La misura di 16,20 metri, ottenuta al secondo salto, è record olimpico fino al quarto salto del campione uscente Adhemar da Silva, che con la misura di 16,35 metri vince il suo secondo oro olimpico. Consegue la prima medaglia olimpica per il suo paese[1][2].

Vince la medaglia di bronzo ai Campionati Europei del 1958 a Stoccolma con la misura di 16,00 metri, dietro al polacco Józef Szmidt ed al sovietico Oleg Ryakhovskiy. Ottiene il suo record personale a Reykjavík nel 1960, con la misura di 16,70 metri[3].

Alle Olimpiadi di Roma si presenta sia nel salto in lungo, dove non ottiene la qualificazione per la finale, che nel salto triplo dove con 16,37 metri ottenuti al primo tentativo si piazza 5º a soli 6 centimetri dal podio.

Viene nominato Sportivo islandese dell'anno per 5 volte (1956, 1957, 1958, 1960, 1961).

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Anno Manifestazione Sede Evento Risultato Misura Note
1956 Giochi olimpici Australia Melbourne Salto triplo Argento Argento 16,26
1958 Campionati Europei Svezia Stoccolma Salto triplo Bronzo Bronzo 16,00

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ James Crugnale, "Great Moments In Icelandic History: Iceland gets its first Olympic Medal" Archiviato il 5 aprile 2012 in Internet Archive., The Reykjavík Grapevine 15 August 2008.
  2. ^ History Archiviato il 28 dicembre 2010 in Internet Archive., The National Olympic and Sports Association of Iceland.
  3. ^ ATHLETE PROFILE - VILHJÁLMUR EINARSSON Personal best, iaaf.org.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN122337186 · LCCN (ENn2010040553 · WorldCat Identities (ENn2010-040553