Vietnam Television

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Vietnam Television
Đài Truyền hình Việt Nam
Logo
Logo
StatoBandiera del Vietnam Vietnam
Forma societariaazienda pubblica
Fondazione7 settembre 1970 a Hanoi
Fondata daGoverno del Vietnam
Sede principaleHanoi, Vietnam
Settoremedia
Prodottitelevisione
Sito webSito ufficiale

Vietnam Television, nota anche con l'acronimo VTV (vietnamita: Đài Truyền hình Việt Nam), è l'ente televisivo pubblico del Vietnam. Trasmette dalla capitale Hanoi in vietnamita, in khmer e in lingue locali minoritarie.[1]

Il primo canale televisivo fu fondato nel 1966 grazie al supporto tecnico statunitense con il nome di "Télé-Viêt Nam" o "Télé-Saïgon" o "TV 9" dal numero di frequenza (Đài số 9). Era gestito dall'Ufficio vietnamita della televisione (vietnamita: Nha Vô tuyến Truyền hình Việt Nam), sotto la tutela del Ministero della propaganda. Trasmetteva essenzialmente informazione e serviva come tribuna al governo di Nguyễn Văn Thiệu.[2]

Il 30 aprile 1975, al momento della caduta di Saigon[3], passò nelle mani del Governo Rivoluzionario Provvisorio del Vietnam del Sud[4] e ribattezzata "Télé-Saïgon Libération" (vietnamita: Đài Truyền hình Sài Gòn Giải phóng) e successivamente "Hô Chi Minh-Ville Télé". Un altro canale televisivo, interamente in inglese e destinato alle forze armate statunitensi, Armed Forces Vietnam Network, iniziò a trasmettere alla fine degli anni sessanta, in piena guerra del Vietnam.[5]

La Repubblica democratica del Vietnam (Vietnam del Nord)[6], invece, lanciò il suo canale televisivo, VTV, il 7 settembre 1970 a Hanoi grazie all'assistenza tecnica e alla formazione del personale da parte di Cuba. Inizialmente era un dipartimento di Voice of Vietnam.[7] Durante la guerra trasmetteva a intermittenza da una regione montagnosa.

Nel 1975 il Vietnam si riunificò e un anno dopo le stazioni relè statunitensi nel sud divennero parte della rete nazionale e le trasmissioni di Télé-Viêt Nam (VTV) furono estese all'intero Paese.

La televisione a colori iniziò le sperimentazioni nel 1977 adottando lo standard francese SÉCAM, che divennero regolari nel 1978 e furono implementate come potenza nel 1986. Il nome attuale di "Vietnam Television" fu adottato ufficialmente il 30 aprile 1987.

Nel 1990 fu lanciato il secondo canale, VTV 2, e fu effettuato il passaggio allo standard PAL; VTV 3, invece, debuttò il 31 marzo 1996 e nel 1998 iniziò a trasmettere anche via satellite.

Nel 2003 tutti i canali di VTV furono resi disponibili in tutto il Vietnam, oltre che su digitale terrestre, anche sulla piattaforma satellitare K+ e su quella via cavo VTV Cab, accompagnati da un pacchetto di 15 canali a pagamento.[8]

Il 1° gennaio 2016 le reti locali VTV Huế, VTV Đà Nẵng e VTV Phú Yên cessarono le trasmissioni venendo sostituiti da VTV 8, un canale per le regioni Centrale e degli Altopiani. Le vecchie VTV 9 (regioni di Ho Chi Minh City e del Sudest) e VTV Cần Thơ 1 (Cần Thơ City e provincia di Hậu Giang) furono fuse a formare la nuova VTV 9 per il sudest e il sudovest insieme, mentre VTV Cần Thơ 2 fu ribattezzata VTV 5 Tây Nam Bộ, canale bilingue in lingua khmer e in lingua vietnamita e versione regionale di VTV 5; il 17 ottobre seguente fu lanciata VTV 5 Tây Nguyên, canale per le minoranze etniche nella regione degli Altopiani Centrali, altra versione regionale di VTV 5.

Dal 10 maggio 2020 entrò in vigore ufficialmente il decreto 34/2020/ND-CP, in base al quale VTV unificò e ristrutturò le unità di editing, produzione e trasmissione.[9] L'8 settembre seguente fu promulgato il decreto 60/2022/ND-CP sull'organizzazione, i compiti e le facoltà di Vietnam Television, in base al quale il Dipartimento per la Gioventù non avrebbe fatto più parte del sistema dei dipartimenti di Vietnam Television a partire dal 1° ottobre, oltre a venire cambiato nome a molti dipartimenti. Inoltre, la filiale della regione Meridionale fu divisa in filiale di Ho Chi Minh City e filiale della regione di Sudovest. Il 10 ottobre, dopo 15 anni di attività, VTV 6 cessò le trasmissioni, venendo sostituita 3 giorni dopo da VTV Cần Thơ, il canale nazionale della regione di Sudovest.[10]

Il 1° novembre 2022 VTV passò tutti i canali alle trasmissioni esclusivamente in HD.

VTV gestisce i seguenti canali:[11][12]

Nome Sede Тipo Lancio Lingua
VTV 1 Hanoi notizie e attualità, eventi importanti in diretta, sedute del Parlamento, concerti sinfonici, balletti, teatro tradizionale, programmi culturali delle minoranze etniche e film 7 settembre 1970 vietnamita
VTV 2 Hanoi scienza e programmi didattici, serie televisive cinesi, thailandesi e sudcoreane 1° gennaio 1990 vietnamita
VTV 3 Hanoi intrattenimento 31 marzo 1996 vietnamita
VTV 4 Hanoi internazionale (selezione dei programmi delle altre reti) 1998 vietnamita
VTV 5 Hanoi lingue locali minoritarie 10 febbraio 2002 vietnamita
VTV 5 Tây Nam Bộ Hanoi versione regionale di VTV 5 1° gennaio 2016 vietnamita, khmer
VTV 5 Tây Nguyên Hanoi versione regionale di VTV 5 17 ottobre 2016 vietnamita, lingue locali della regione degli Altopiani Centrali e del Sudovest
VTV 6 Hanoi sport e programmi per giovani tra i 18 e i 34 anni 29 aprile 2007; il 10 ottobre 2022 fu sostituita da VTV Cần Thơ vietnamita
VTV Can Tho Hanoi regione del Sudovest 13 ottobre 2022 vietnamita
VTV 7 Hanoi programmi didattici e per bambini 1° gennaio 2016 vietnamita
VTV 8 Hanoi regioni Centrale e degli Altopiani Centrali 1° gennaio 2016 vietnamita
VTV 9 Hanoi regione del Sudest 8 ottobre 2007 vietnamita

VTV trasmette in standard DVB-T HD.

Satellite Apstar 6C Vinasat 1 Vinasat 2 LaoSat 1
Posizione orbitale 134.0° E 132.0° E 131.8° E 128.5° E
Canali VTV 1, VTV 2, VTV 3, VTV 4, VTV 5, VTV 7, VTV 8, VTV 9, VTV Can Tho VTV 1, VTV 2, VTV 3
Frequenza 3418 H 10968 H 11549 H 11262 V 10790 V
SR 19200 28800 30000 40000
FEC 2/3 3/4
Modulazione 8PSK

Organizzazione

[modifica | modifica wikitesto]

Società sussidiarie

[modifica | modifica wikitesto]

VTV ha una propria casa di produzione, la Vietnam Television Film Center (in passato "Vietnam Television Film Company" o "VFC"), che produce film per la TV miniserie e talk show.[14]

I centri di trasmissione regionali di VTV si trovano a Ho Chi Minh City, Huế, Da Nang, Nha Trang e a Cần Thơ.[15] Sono presenti trasmettitori relè nella maggior parte delle zone periferiche del Paese. Al 2003 oltre l'80% delle famiglie urbane possedeva un apparecchio televisivo. La percentuale era notevolmente inferiore nelle aree rurali, ma anche il più remoto bar di paese disponeva ormai di un televisore e un videoregistratore o un lettore di DVD.

Altri progetti

[modifica | modifica wikitesto]
  1. ^ Vietnam Media Guide, BBC.com
  2. ^ Spencer C. Tucker, Encyclopaedia of the Vietnam War, p.366, ABC-CLIO, 2000, ISBN 1-57607-040-9.
  3. ^ La caduta di Saigon. Rai Storia. Articoli.
  4. ^ Tảng, Memorie di un Viet Cong, p. 176.
  5. ^ Fantasy, The Vietnam War or Second Indochina War, prlog.org
  6. ^ Vietnam, Déclaration d'indépendance, 2 settembre 1945, Digithèque MJP, mjp.univ-perp.fr
  7. ^ The Voice of Vietnam, tnvn.gov.vn
  8. ^ The thao/vtvcab tuyen bo thau tom ban quyen hang loat giai bong da lon 943251.ldo, laodong.vn
  9. ^ Decree No 34 2020 ND CP Dated March 17 2020 of the Government on Amending and Supplementing Article 3 of the Government's Decree No 02 2018 ND CP D, english.luatvietnam.vn
  10. ^ Official Gazette Issues Nos 57-60/2022, vietnamlawmagazine.vn, 30 agosto 2022.
  11. ^ VTV sẽ có thêm 3 kênh truyền hình mới, vietbao vn
  12. ^ Ra mắt kênh truyền hình VTV9, vietbao.vn.
  13. ^ VTV 1, lyngsat.com
  14. ^ Vietnam Television Center, reeme.com
  15. ^ VTV co them trung tam truyen hinh tai tp nha trang, luatvietnam.vn

Collegamenti esterni

[modifica | modifica wikitesto]
Controllo di autoritàVIAF (EN158240370 · LCCN (ENn00050550 · WorldCat Identities (ENlccn-n00050550