Un pulcino nella stoppa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Un pulcino nella stoppa
Themollycoddle-poster-newspaper-1920.jpg
Pubblicità su quotidiano (24 settembre 1920)
Titolo originale The Mollycoddle
Lingua originale inglese
Paese di produzione USA
Anno 1920
Durata 86 min.
Colore B/N (color toned)
Audio muto
Rapporto 1,33 : 1
Genere western, avventura, commedia
Regia Victor Fleming
Joseph Henabery regista 2a unità
Soggetto da un serial di Harold McGrath
Sceneggiatura Douglas Fairbanks, Tom Geraghty
Produttore Douglas Fairbanks
Casa di produzione Douglas Fairbanks Pictures
Fotografia William C. McGann, Harris Thorpe
Effetti speciali Robert Fairbanks
Scenografia Edward M. Langley (con il nome Edward Langley)
Interpreti e personaggi

Un pulcino nella stoppa (The Mollycoddle) è un film muto del 1920 diretto da Victor Fleming e interpretato da Douglas Fairbanks, Wallace Beery e Ruth Renick.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Una scena del film

Richard Marshall, un giovanotto viziato che ha sempre vissuto nella bambagia, incontra a Montecarlo un suo connazionale, Henry Van Holkar, in crociera su uno yacht. In realtà, Van Holkar è un contrabbandiere di diamanti e i suoi scagnozzi, credendo che Richard sia una spia, lo buttano in acqua, cercando di farlo affogare. Il giovane si salva e segue i contrabbandieri fino in Arizona. Lì, Van Holkar scopre che la vera spia è, invece, Virginia Hale, una dei membri del suo gruppo. Il contrabbandiere decide così di far fuori tutta la squadra, eliminando pericolosi testimoni. Provoca una frana che potrebbe uccidere tutti ma Richard, all'erta, corre in loro soccorso, salvando la ragazza e gli altri membri della gang. Ingaggiata una lotta con Van Holkar, ne esce vincitore, mentre l'avversario si ammazza cadendo da un precipizio. Richard, alla fine, non solo dimostra di non essere un mollaccione occhialuto, ma conquista anche la ragazza.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film fu prodotto dalla Douglas Fairbanks Pictures e costò poco meno di mezzo milione di dollari[1].

Venne girato in Arizona, nella Riserva Indiana Hopi[2] e, nel film, appaiono anche alcuni indiani, tra i quali l'attore Eagle Eye. Durante le riprese, Fairbanks si ferì a una mano mentre si esibiva a cavallo in una delle sue famose scene senza controfigura[1], storcendosi il polso. Così, per le ultime scene, le più pericolose, preferì ricorrere a uno stuntman. Non se ne accorse nessuno e il film fu un altro grande successo del divo del muto[3].

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Distribuito dall'United Artists, il film uscì nelle sale cinematografiche USA il 13 giugno 1920, mentre arrivò in Italia nel dicembre del 1924.

Copia della pellicola viene conservata negli archivi del Museum of Modern Art[4].

Il film è stato pubblicato in DVD (NTSC) il 2 dicembre 2008 dalla Flicker Alley in una versione di 85 minuti[5].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b AFI
  2. ^ IMDb combined
  3. ^ Ronald Bergan, The United Artists Story, pag, 11
  4. ^ Silent Era
  5. ^ Silent Era DVD

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) The American Film Institute Catalog, Features Films 1911-1920, University of California Press 1988 ISBN 0-520-06301-5
  • (EN) Ronald Bergan, The United Artists Story , Octopus Book Limited, 1986 ISBN 0-517-56100-X

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema