Un corso in miracoli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Un corso in miracoli (A Course in Miracles, sigla ACIM in inglese e UCIM in italiano) è un testo ricevuto mediante una sorta di dettato interiore e pubblicato nel 1976 dalla "Foundation for Inner Peace" per opera di due psicologi statunitensi Helen Schucman (1909-1981), di origini ebraiche, ma che si dichiara atea, e William Thetford (1923-1988) nato e cresciuto da genitori cristiani scientisti.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nell'ottobre del 1965 Helen Schucman, che lavorava nella facoltà di psicologia della Columbia University, avrebbe udito una voce interiore che le avrebbe detto: "Questo è un corso in miracoli. Prendi appunti se ti fa piacere". In sette anni raccolse i suoi appunti nel libro intitolato Un corso in miracoli. L'autrice riferisce che la voce interiore si sarebbe presentata come Gesù[1]. Il testo è stato tradotto in 23 lingue e pubblicato nel 1976 dalla "Foundation for Inner Peace".

Nel 1980 il libro Un Corso in Miracoli è stato un bestseller stabile. Nel 1992 Marianne Williamson ha presentato il testo presso The Oprah Winfrey Show[2].

Testo e princìpi[modifica | modifica wikitesto]

Nell'introduzione: <<Non è proposto perché diventi la base per un altro culto. Il suo unico scopo è fornire un modo attraverso il quale alcune persone saranno in grado di trovare il loro Insegnante Interiore>>.

La pubblicazione si compone di tre parti (libri), racchiusi in un unico volume: testo, cartella di lavoro per studenti e manuale per insegnanti. Lo scopo sarebbe quello di aiutare le persone a risvegliarsi.

Non si tratta di un culto religioso, anche se ha influenzato la corrente New Age, e comprende insegnamenti tratti dal Cristianesimo scientista e dal New Thought ("Nuovo pensiero") fino ad arrivare all'odierna New Age. Sono presenti richiami allo gnosticismo cristiano, alla teosofia, alla metafisica, al channeling e in generale a facoltà paranormali.

Il testo viene usato nelle chiese New Thought e viene visto come collegato a esse.[3]

Il testo sostiene che non ci sarebbe nessun mondo al di fuori di noi, e che semmai questo sarebbe solo una proiezione di ciò che è in noi, nella nostra mente. Ciò significherebbe che i problemi fisici, finanziari, sociali eccetera, non sarebbero causati da quanto accade al di fuori di noi, ma da quello che è dentro la nostra mente, che sarebbe anche il luogo dove dovrebbe esserci la risposta, ovvero il "miracolo".

Edizioni[modifica | modifica wikitesto]

  • Foundation for inner peace, Un corso in miracoli, 1999, trad. Isabella Popani, Fulvio Merlino, Sergio Pestarino, Gruppo Editoriale Armenia.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Video A Course in Miracles - Principles Explored
  2. ^ [1].
  3. ^ Gaia Zanini, The Holiness of Healing. "Un Corso in Miracoli" e la questione dell'esoterismo, tesi di dottorato in Scienze sociali e studi storici delle religioni, Università di Bologna, 2006-2007 (testo on line).

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN174241626 · LCCN (ENn88282499 · GND (DE4325324-6 · BNF (FRcb13532060d (data) · WorldCat Identities (ENn88-282499