Ufficio federale dell'ambiente

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Edificio nella Papiermühlestrasse 172
Edificio nella Worblentalstrasse 68

L’Ufficio federale dell'ambiente UFAM (francese Office fédéral de l'environnement OFEV, tedesco Bundesamt für Umwelt BAFU) è un'autorità federale della Confederazione Svizzera. È il servizio competente in materia ambientale della Svizzera, fa capo al Dipartimento federale dell’ambiente, dei trasporti, dell’energia e delle comunicazioni DATEC e ha sede a Ittigen.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L’Ufficio federale per la protezione dell'ambiente (UFPA) è stato fondato nel 1971. Nel 1989, a seguito della fusione con l’Ufficio federale delle foreste e della protezione del paesaggio (UFPP) è stato rinominato Ufficio federale dell'ambiente, delle foreste e del paesaggio (UFAFP). Il 1º gennaio 2006 dall'UFAFP e da gran parte dell’Ufficio federale delle acque e della geologia (UFAEG) è nato l'Ufficio federale dell'ambiente (UFAM).[1][2]

Compiti[modifica | modifica wikitesto]

L'UFAM è l'ufficio specializzato in materia ambientale. È competente per quanto riguarda l'utilizzazione sostenibile delle risorse naturali, la protezione delle persone dai pericoli naturali e la tutela dell'ambiente da un inquinamento eccessivo.

Sulla base della strategia dello sviluppo sostenibile elaborata dal Dipartimento federale dell'ambiente, dei trasporti, dell'energia e delle comunicazioni, l'UFAM persegue i seguenti obiettivi:

  • la conservazione a lungo termine e l'utilizzazione sostenibile delle risorse naturali (suolo, acqua, foreste, aria, clima, diversità biologica e paesaggistica) e l'eliminazione dei danni ambientali esistenti;
  • la protezione delle persone dall'inquinamento eccessivo (rumore, sostanze e organismi nocivi, radiazioni non ionizzanti, rifiuti, siti contaminati e incidenti rilevanti);
  • la protezione delle persone e di beni importanti da pericoli idrologici e geologici (piene, terremoti, valanghe, scoscendimenti, erosioni e caduta di pietre).

Per raggiungere gli obiettivi elencati, l'UFAM svolge i seguenti compiti:

  • monitorare l'ambiente per avere le basi idonee alla gestione delle risorse naturali;
  • preparare le basi decisionali ai fini di una politica integrale e coerente di gestione sostenibile delle risorse naturali e di prevenzione dei pericoli;
  • attuare le basi legali, sostenere i propri interlocutori in ambito esecutivo e informare sullo stato dell'ambiente e sulla possibilità di utilizzare e di proteggere le risorse naturali.

Direttori[modifica | modifica wikitesto]

  • Marc Chardonnens (da aprile 2016)[3]
  • Bruno Oberle (2005–2015)[4]
  • Philippe Roch (1992–2005)[5]
  • Bruno Böhlen (1985–1992)[6]
  • Rodolfo Pedroli (1975–1985)[7]
  • Friedrich Baldinger (1971–1975)[8]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Coordinate: 46°58′28″N 7°28′38″E / 46.974444°N 7.477222°E46.974444; 7.477222

Controllo di autoritàVIAF (EN141299645 · ISNI (EN0000 0001 1271 413X · LCCN (ENno2006119769 · GND (DE10129938-2 · BNF (FRcb13170149t (data) · WorldCat Identities (ENno2006-119769
Svizzera Portale Svizzera: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Svizzera