Ufficio del Massimario

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

L'Ufficio del Massimario è l'ufficio, sito presso la Corte suprema di cassazione italiana, con il compito di massimare[1] le sentenze pronunciate dalla Corte.

L'attività di massimazione delle sentenze è svolta anche dal Consiglio di Stato e dalla Corte dei Conti mediante appositi uffici interni.

Caratteristiche dell'attività[modifica | modifica wikitesto]

La massima di una sentenza consiste in una o più brevi frasi che riassumono sinteticamente il principio di diritto affermato nella sentenza stessa, seguito talvolta da una breve descrizione della fattispecie concreta su cui il giudice si è pronunciato.

Le massime vengono poi raccolte in un "Massimario Annuale" che contiene tutte le sentenze massimate durante ciascun anno giudiziario ed indicizzate con un sistema di parole chiave che rendono agevole la consultazione delle sentenze stesse.

Addetti[modifica | modifica wikitesto]

Il Massimario della Cassazione, cui sono addetti trentasette giudici di carriera, divisi in un Ufficio del Ruolo e del Massimario Civile ed un Ufficio del Ruolo e del Massimario Penale, permette la consolidazione della giurisprudenza della Cassazione ed un più efficace svolgimento della funzione nomofilattica di documentazione delle sentenze.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • Notiziario, su cortedicassazione.it. URL consultato il 13 febbraio 2010 (archiviato dall'url originale il 13 febbraio 2010).