Carcere dell'Ucciardone

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Ucciardone)
Immagine del marzo 1983, interno di una cella. Il sovraffollamento è ben evidente

Il carcere dell'Ucciardone è un antico istituto penitenziario di Palermo. È situato in piena città, vicino al quartiere di Borgo Vecchio, nei pressi del porto, in via Enrico Albanese 3.

Cenni storici[modifica | modifica wikitesto]

Il nome deriva dal siciliano u ciarduni, a sua volta dal francese chardon, che vuol dire cardo: un tempo, infatti, questa pianta commestibile veniva coltivata nel terreno in cui sarebbe poi sorto l'edificio.[1]

È stato progettato all'inizio del XIX secolo dall'architetto Nicolò Puglia e riformato, come oggi si vede, dall'architetto palermitano Emmanuele Palazzotto (Palermo 1798-1872). Nel 1842, con il trasferimento dei detenuti dallo storico carcere della Vicaria, poi trasformato in Palazzo delle Reali Finanze dallo stesso architetto Palazzotto, iniziò la sua attività. Il 2 settembre 2014 è stato trasformato da casa circondariale a casa di reclusione.

L'8 gennaio 2018 il carcere è stato intitolato al maresciallo degli agenti di custodia Calogero Di Bona, ucciso dalla mafia il 28 agosto 1979.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Origine del nome Ucciardone
  2. ^ Ucciardone intitolato a mar. Di Bona - Sicilia, in ANSA.it, 08 gennaio 2018. URL consultato l'08 gennaio 2018.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]