Tungusi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Uomo tunguso nel 1914 a Vorogovo, Siberia.

La denominazione di tungusi o manciù-tungusi copre un gruppo di popoli o etnie che parlano o parlavano originariamente lingue tunguse (un gruppo di lingue altaiche). In passato, la denominazione di tungusi è stata a volte limitata ai soli evenchi.

I tungusi abitano nell'Asia nordorientale (Siberia, Mongolia e Cina settentrionale). Solo una minoranza di tungusi vive nella regione dei fiumi che prendono nome da loro (la Tunguska Inferiore, la Tunguska Pietrosa e la Tunguska Superiore, affluenti di destra dell'Enisej).

Si stima che le etnie manciù-tunguse comprendano oltre 10 milioni di persone, che vivono principalmente in Cina. L'etnia di gran lunga più consistente è l'etnia manciù, mentre le altre contano meno di 100 000 membri ciascuna.

Popoli[modifica | modifica wikitesto]

I principali popoli attribuiti al gruppo dei tungusi sono:

Talvolta la delimitazione tra etnie affini non è unanimamente riconosciuta.

Etnie riconosciute ufficialmente[modifica | modifica wikitesto]

In alcuni casi, le etnie tunguse godono di uno statuto speciale.

In Russia alcune etnie tunguse sono registrate tra le circa 160 riconosciute ufficialmente: evenchi, eveni, hezhen, ulci, udege, oroci, negidal e oroki.

In Cina, tra le 55 etnie minoritarie riconosciute, cinque sono attribuibili al gruppo dei tungusi:

Molti membri di queste etnie (soprattutto nel caso dei manciù) hanno assimilato usanze e lingua dell'etnia cinese maggioritaria (gli han).

Controllo di autorità LCCN: (ENsh2006008680 · GND: (DE4061208-9 · BNF: (FRcb119715138 (data)
Antropologia Portale Antropologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di antropologia