Trasformazione termodinamica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La trasformazione termodinamica è un processo tramite il quale un sistema termodinamico passa da uno stato di equilibrio termodinamico ad un altro.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Un sistema termodinamico si trova in linea di massima in uno stato di equilibrio termodinamico quando le principali variabili del sistema (ovvero pressione, volume e temperatura) non subiscono nessuna ulteriore variazione con il passare del tempo.

Nel caso in cui due o tutte le variabili sopracitate si modifichino (il variare di una sola di esse è impossibile in quanto sono tutte interconnesse da un rapporto di proporzione inversa o diretta) siamo in presenza di una trasformazione termodinamica, che porta il sistema verso un altro punto di equilibrio.

Lo stato iniziale e finale di una trasformazione sono identificati da due (coppie di) valori delle tre grandezze che definiscono lo stato di un corpo: pressione, volume o temperatura.

Una trasformazione termodinamica può avvenire:

Una trasformazione termodinamica può essere reversibile oppure essere irreversibile; tutte le trasformazioni reali sono irreversibili, in quanto non si possono eliminare totalmente gli attriti, quindi la condizione di reversibilità è solo una approssimazione teorica.

Altre trasformazioni sono:

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

termodinamica Portale Termodinamica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di termodinamica