Torta pazientina

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Torta Pazientina
Torta pazientina.jpg
Origini
Altri nomiPazientina
Luogo d'origineItalia Italia
RegioneVeneto
Dettagli
Categoriadolce
Ingredienti principalipasta bresciana, polentina di Cittadella, crema di zabajone, cioccolata fondente, granella di mandorle

La torta pazientina è una torta tipica di Padova probabilmente risalente al 1600, considerata il dolce della città. È un dolce tipico che viene consumato durante le feste o per una ricorrenza particolare.[1]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'origine di tale torta è fatta risalire al 1600. Non è certa l'origine del nome. Una prima ipotesi è che il termine pazientina sia in assonanza con la pazienza che è necessaria avere per fare il dolce. Secondo un'altra ipotesi il termine deriva dal fatto che il dolce sia originario di un convento: luogo in cui venivano prodotti anche altri dolci chiamati "pazienze".[1]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Il dolce si presenta come una torta a strati, con crema di zabaione tra strati di pasta soffice, molto simile al pan di Spagna, detta polentina di Cittadella. Nella parte superiore della torta vi sono le granelle di mandorle e scaglie di cioccolata.[1]

La consumazione[modifica | modifica wikitesto]

Il dolce non deve essere consumato appena terminata la sua preparazione, bensì è bene che siano trascorsi uno o due giorni. Ciò per fare in modo che tutti gli ingredienti che compongono la pietanza si mescolino adeguatamente e che la pasta si ammorbidisca grazie alla presenza delle creme.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Torta pazientina (PDF), su venetoagricoltura.org. URL consultato il 7 luglio 2020.
  2. ^ I dolci tipici di Padova: la torta pazientina e le altre golosità, in Padova24ore, 10 settembre 2019. URL consultato il 7 luglio 2020.