Torre di Teodolinda

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 45°35′02.33″N 9°16′36.59″E / 45.58398°N 9.27683°E45.58398; 9.27683

Torre di Teodolinda
Torre di Teodolinda, detta di Port scur
Torre di Teodolinda, detta di Port scur
Ubicazione
Stato Italia Italia
Città Monza
Informazioni generali
Tipo Linea fortificata
Inizio costruzione XIII secolo
Condizione attuale in uso

[2]

voci di architetture militari presenti su Wikipedia

La Torre di Teodolinda (Port scur in dialetto monzese) è una torre medievale di Monza, situata ad arco della strada lungo la via Lambro.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Si tratta di un edificio - nonostante l'ambigua denominazione - che risale al XIII secolo, pertanto è logico che non fu la Regina Teodolinda a costruirlo. La torre appartenne alla Famiglia Pessina che qui riscuoteva il dazio sulle merci che entravano in città[1]. La torre è tuttora utilizzata come abitazione privata.

All'inizio la torre faceva parte dell'apparato difensivo della città, ma poi divenne uno die punti di accesso della città e fu chiamata Porta Lambro, proprio perché serviva di transito delle merci dal fiume Lambro alle piazze della città[2].

Architettura[modifica | modifica wikitesto]

A pianta quadrata, è alta tre piani; il pianterreno ha una volta a botte ed è attraversato dalla stessa strada. Negli stipiti laterali del portone esterno sono tuttora visibili i cardini di un antico portone.

Le finestre del primo piano sono bifore simili a quelle dell'Arengario mentre quelle del secondo piano sono monofore ad arco a sesto acuto; al terzo piano infine sono trifore con colonnine. La sommità è a merlatura guelfa con beccatelli.

Al terzo piano sono murati due medaglioni che raffigurano lo stemma medievale di Monza.

La torre è stata rimaneggiata verso il 1880. In realtà la torre di Teodolinda, quello che resta del palazzo residenziale della regina longobarda, non è visibile dall'esterno, essendo inglobata nel complesso del Duomo. La costruzione visibile e, talvolta visitabile, è la Torre cosiddetta Pessina, di epoca medioevale.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ [1]
  2. ^ Lombardia Beni Culturali

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]