Todd Hido

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Todd Hido

Todd Hido (Kent, 25 agosto 1968) è un fotografo statunitense.

Vita e Opere[modifica | modifica wikitesto]

Todd Hido nasce a Kent, Ohio e studia presso il "California College of the Arts" a Oakland. Tra i suoi professori c'è il fotografo Larry Sultan, che in seguito diventerà suo mentore e amico. Hido si approccia per caso a quella che sarà una delle sue raccolte più note. Guidando di notte nella West Coast comincia a fotografare le case di diversi vicinati. Le abitazioni sembrano spesso isolate e sono quasi tutte accomunate dalla presenza di una finestra con la luce accesa.[1] Da questa ricerca nasce il libro "House Hunting", pubblicato nel 2001.[2]

Nel 2006 viene pubblicata la monografia "Between The Two". Hino unisce foto di interni e ritratti fatti a modelle e attrici, mantenendo un'estetica affine a quella della sua prima pubblicazione. Anche in questa raccolta sono presenti scatti notturni di edifici. Non viene inserito nessun testo o descrizione, così da lasciare allo spettatore totale libertà di interpretazione.[3]

La sua raccolta più recente, "Excerpts from Silver Meadows" (pubblicata nel 2013), prende il nome dalla strada che attraversa il suo quartiere d'infanzia. Il libro contiene le varie fasi e sperimentazioni del fotografo durante gli anni. Al suo interno ci sono infatti foto di paesaggi, ritratti e interni combinate per raccontare storie diverse.[4]

Nel 2017 Hido ha realizzato degli scatti su commissione per la collezione primavera/estate di Bottega Veneta fotografando la modella Eva Herzigová.

Tra le ispirazioni dell'artista sono presenti Alfred Hitchcock e Rineke Dijkstra.[5] I suoi scatti sono presenti tra le collezioni permanenti del Guggenheim di New York, del Museum of Modern Art di San Francisco e del Getty Museum.[6]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Todd Hido, vogue.it.
  2. ^ Todd Hido Archiviato il 26 ottobre 2018 in Internet Archive., Madison Museum of Contemporary Art.
  3. ^ Interview with: Todd Hido, ahorn magazine.
  4. ^ Lo sguardo intimo di Todd Hido, in mostra con il paesaggio che ci mette a nudo, marieclaire.com
  5. ^ Todd Hido, artnet.com
  6. ^ Information - Todd Hido, sito ufficiale.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN42172188 · ISNI (EN0000 0000 7849 5016 · LCCN (ENnr2001029359 · BNF (FRcb15762595p (data) · ULAN (EN500262899 · WorldCat Identities (ENnr2001-029359