Tillig

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
TILLIG Modellbahnen GmbH & Co. KG
StatoGermania Germania
Fondazione1993 (1949 come Zeuke) a Berlino
Fondata daWerner Zeuke, Helmut Wegwerth
Sede principaleSebnitz
Persone chiaveHans-Jürgen Tillig
SettoreModellismo
ProdottiModelli in scala di treni, tram, vagoni, materiale accessorio e binari
NoteLa Tillig nasce in seguito a fusione di Berliner TT-Bahnen, Mattra e Pilz
Sito webwww.tillig.com/

Tillig (o meglio, TILLIG Modellbahnen GmbH & Co. KG) è un fabbricante tedesco di modelli ferroviari in scala sito in Sebnitz, Sassonia[1].

DMU doppia a due piani delle DR in scala TT della Berliner TT Bahnen

Tillig è un'azienda specialmente indirizzata al modellismo ferroviario in scala TT ed è considerata la maggiore a livello mondiale in tale scala. Inizialmente, nel 1949, aveva preso il nome Zeuke dal suo fondatore Werner Zeuke a cui si era associato Helmut Wegwerth e, successivamente, quello di VEB Berliner TT-Bahnen in seguito alla nazionalizzazione (nel 1972).

Nel 1993, la fabbrica finì in bancarotta e fu acquistata da Hans-Jürgen Tillig (che dal 1991 era stato direttore dell'azienda). Jürgen Tillig aveva già fondato una società denominata "Mattra" per la produzione di locomotive e carri modello. Nello stesso anno 1993 avvenne la fusione sotto il nuovo nome di Berliner TT Bahnen Pilz GmbH & Co. KG, delle ex aziende Pilz e Mattra di Sebnitz divenendo infine, per fusione completa, "TILLIG Modellbahnen GmbH & Co. KG". Tutte le attività vennero concentrate nella sede di Sebnitz.

Tillig non produce soltanto modelli in TT: la sua offerta prevede anche modelli in scala H0 e H0e e binari in scala TT, H0, H0m e H0e. Il marchio Tillig distribuisce anche circuiti tranviari in scala H0, H0m e H0e[2] e prodotti di altri operatori del settore tra cui Luna H0 e H0m (tram), Sachsenmodelle e alcuni modelli della ceca CS Train. Tra i prodotti sono presenti anche binari a doppio scartamento.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Tillig Modellbahnen, su tillig.com. URL consultato il 25 novembre 2017.
  2. ^ Tram track, su tillig.com.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]