Tiberio Rosselli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Tiberio Rosselli (Gimigliano, 1490 ca – Africa, 1560 ca) è stato un filosofo italiano indicato nelle fonti anche come Tiberio Russiliano Sesto.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nasce a Gimigliano probabilmente attorno al 1490. Le notizie sulla sua nascita sono incerte. Più certe sono le informazioni sulla sua morte: le fonti concordano nel fatto che muoia in Africa, per mano di un suo servo, attorno al 1560.

Di lui scrive così, Luigi Accattatis nel suo libro Le biografie degli uomini illustri delle Calabrie, raccolte a cura di L. Accattatis (1869):[1]

« far dobbiamo onorevole menzione di Tiberio Rosselli da Gimigliano, letterato insigne del suo tempo e filosofo di grido, Cattedratico in Napoli ed in Salerno; il quale, a dir del Barrio, partitosi pel genio di visitare l'Africa, fu ucciso dal proprio schiavo. Egli era della famiglia di cui è stata la madre del celeberrimo Giuseppe Scorza, matematico distintissimo, istruttore, autore di merito, ed illustratore della scienza per metodi ed invenzioni, morto non ha guari in Napoli. Conchiudendo adunque, pare non dubbio essere stato il Nifo calabrese di origine, ed avere avuto tra noi i primi rudimenti di letteratura, tali da avergli dato a vivere. Dal contesto di scrittori calabresi, contemporanei alcuni, e vivuti altri dopo breve tempo della morte di lui, a cui noto veniva per recente tradizione, chiaramente se ne rivela il vero. »

E ancora l'Accattatis, parlando di Annibale Rosselli:

« (…)Tiberio Rosselli, congiunto di frate Annibale Rosselli, e discepolo del celebre Agostino Nifo; e che per la sua dottrina fu prescelto a leggere filosofia per più anni nell'università di Salerno. »

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Apologeticus adversus cucullatos
  • Philosophiae declamatio ad Leonem X
  • Oratio habita Patavi in principio suarum disputationum
  • De propositione de inesse secundum Aristotelis mentem libellu
  • Universalia Porphiriana

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Di questo filosofo e frate si occupano nei loro studi, tra gli altri, Zambelli e De Franco nei loro lavori. Nel 2014 viene pubblicato da O/esse il testo "Rosselli di Gimigliano. Dalle origini a noi", che ricostruisce la vita e le opere del Rosselli.