Thomas Ernest Hulme

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
T.E. Hulme nel 1912

Thomas Ernest Hulme (Endon, 16 settembre 1883Oostduinkerke, 28 settembre 1917) è stato un poeta e critico inglese.

Tra i fondatori dell'imagismo, esercitò sul movimento un influsso prevalentemente filosofico con le sue tesi sulla fine dell'umanesimo in arte e in poesia e sull'arti­sticità dell'artificiale.

La sua opera, pochi saggi e poesie, fu quasi intera­mente pubblicata postuma a cura dell'amico Herbert Read.

Volontario della grande guerra nella "Royal Marine Artillery", morì al fronte nel 1917 vicino a Nieuwpoort, in Belgio.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Speculations: Essays on Humanism and the Philosophy of Art (1924)
  • Notes on Language and Style (1929)
  • Further Speculations, a cura di Sam Hynes, University of Minnesota Press, (1955)
  • The collected writings of T.E. Hulme, a cura di Karen Csengeri, Clarendon Press-Oxford University Press, (1994)
  • Selected writings, a cura di Patrick McGuinness, Carcanet Press, (2003)
Controllo di autorità VIAF: (EN69033959 · LCCN: (ENn50034378 · ISNI: (EN0000 0001 2102 1263 · GND: (DE118775308 · BNF: (FRcb12496939z (data) · ULAN: (EN500319791 · NLA: (EN35212885