This Morn' Omina

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
This Morn' Omina
Paese d'origineBelgio Belgio
GenereMusica post-industriale
Musica psichedelica
Power noise
Dark ambient
Periodo di attività musicale1996 – in attività
EtichettaOld Europa Cafe, Ant-Zen, Spectre Records
Album pubblicati15
Studio15
Live0
Raccolte0
Sito ufficiale

I This Morn' Omina sono un gruppo musicale sperimentale proveniente da Roeselare, in Belgio. Il suo fondatore Mika Goedrijk, partecipò attivamente anche in altri progetti come i Pow[d]er Pussy, Nebula-H, Andraculoid and Project Arctic.

Il loro sound è stato definito come "ritual trance", "tribal industrial" o power noise.

Storia dei This Morn' Omina[modifica | modifica wikitesto]

Il gruppo fu fondato nel 1996 da Mika Goedrijk[1], nella piccola cittadina belga di Roeselare[2]

Tra il 1996 auto-produsse su marchio Afterfurcht tre nastri intitolati The Future Has Taken Root In The Present (Afterfurcht, 1996), Terra Tramuit et Quievit (Afterfurcht, 1997), Decline and Fall of Empires (Afterfurcht, 1997), prima di arrivare al primo album pubblicato dalla italiana Old Europa Cafe dal titolo Nezeru Enti Sebauem Neterxertet (Hegira Trilogy part 1)[2].

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Nastri[modifica | modifica wikitesto]

  • 1996 - The Future Has Taken Root In The Present (Afterfurcht)
  • 1997 - Terra Tramuit et Quievit (Afterfurcht)
  • 1997 - Decline and Fall of Empires (Afterfurcht)

CD[modifica | modifica wikitesto]

  • 1997 - Nezeru Enti Sebauem Neterxertet (Hegira Trilogy part 1) (Old Europa Cafe)
  • 1998 - Em Sauf Haa Heru (Hegira Trilogy part 2) (HORUS CyclicDaemon)
  • 2000 - Taiu (Hegira Trilogy part 3) (HORUS CyclicDaemon)
  • 2002 - 7 Years Of Famine (Live Bait Recording Foundation; re-released on Ant-Zen)
  • 2002 - The Future Has Taken Root In The Present (Tantric Harmonies)
  • 2003 - Le Serpent Blanc / Le Serpent Rouge (Nyan Trilogy part 1) (Ant-Zen)
  • 2004 - The Drake Equation (Ant-Zen)
  • 2006 - Les Passages Jumeaux (Nyan Trilogy part 2) (Ant-Zen)
  • 2008 - Inferno (Spectre)

Vinile[modifica | modifica wikitesto]

Tutti i loro vinile furono pubblicati in edizione limitata a 399 copie.

  • 2002 - Cyclops I (Spectre)
  • 2003 - Cyclops II (Spectre)
  • 2004 - Cyclops III (Spectre)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Mauro Berchi, Em Sauf Haa-Heru (recensione), in Ritual, #3 anno I - Luglio/Agosto 2000.
  2. ^ a b Paolo Bertoni, Nezeru Enti Sebauem Neterxertet (recensione), in Blow Up, #10 anno Marzo 1999.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Rock Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rock