The Sheriff's Baby

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
The Sheriff's Baby
Titolo originale The Sheriff's Baby
Lingua originale inglese
Paese di produzione USA
Anno 1913
Durata 17 min
306 metri (1 rullo)
Colore B/N
Audio muto
Rapporto 1,33 : 1
Genere western
Regia David Wark Griffith
Soggetto Edward Bell
Casa di produzione Biograph Company
Fotografia Billy Bitzer
Interpreti e personaggi

The Sheriff's Baby è un cortometraggio muto del 1913 diretto da David Wark Griffith.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Tre fuorilegge, inseguiti dallo sceriffo, fuggono nel deserto. Sentendo i vagiti di un neonato, trovano i resti di alcuni coloni morti uccisi dalla sete. L'unico sopravvissuto è il bambino che loro salvano anche dal puma che sta per assalirlo. Benché il piccolo intralci la loro fuga, i tre se ne prendono cura. Uno dei fuggitivi, in seguito, muore quando vengono attaccati dagli indiani, un altro muore di sete. Senza speranza di salvezza, quando vede da lontano gli uomini dello sceriffo, il terzo spara un colpo per segnalare la sua posizione. Lo sceriffo, sorpreso, lo trova con in braccio un bambino che altri non è che il proprio figlio, orfano di madre, che lui aveva affidato a degli amici coloni. Sentita la storia che gli viene raccontata, lo sceriffo non ha cuore di tenere prigioniero l'uomo che gli ha salvato il figlio e lo lascia andare.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film fu prodotto dalla Biograph Company. Venne girato a San Fernando, in California[1].

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Distribuito dalla General Film Company, il film - un cortometraggio di una bobina - uscì nelle sale cinematografiche USA il 29 marzo 1913.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ IMDb Locations

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema