The Big Swallow

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il grande boccone
The Big Swallow.jpg
The big swallow
Titolo originale The Big Swallow
Paese di produzione Regno Unito
Anno 1901
Durata 1 min
Colore B/N
Audio muto
Genere fantastico, commedia
Regia James Williamson
Produttore Williamson Kinematograph Company
Fotografia James Williamson
Interpreti e personaggi

The Big Swallow (Il grande boccone) è un film del 1901 di James Williamson, uno dei primi registi del cinema inglese, appartenente alla scuola di Brighton.

Il film, dell'epoca pionieristica, è importante intanto per essere composto da più di un'inquadratura fissa e poi per l'uso originalissimo che fa dell'effetto di ingrandimento dovuto dall'avvicinarsi della figura all'obbiettivo.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il film ritrae un gentleman inglese che è deciso a non farsi riprendere dall'operatore (era a quell'epoca cosa assai comune filmare i passanti): gesticola, protesta, muove il bastone minaccioso, corruga la faccia (che è sapientemente evidenziata dalla linea d'ombra del cappello). Si avvicina sempre di più, finché la sua bocca non è davanti alla telecamera: allora la apre e "inghiotte l'obbiettivo", dove si vede un campo completamente nero; nella scena immediatamente successiva si vede la telecamera che scivola in un'apertura scura e lo stesso operatore, come se l'uomo fosse diventato gigante e fosse stato capace di inghiottire il malcapitato operatore: nell'inquadratura successiva si vede infatti che si allontana masticando con soddisfazione (nonostante la cinepresa sia stata teoricamente ingoiata).

Il film è molto originale per la profondissima profondità di campo (dalla figura intera al primissimo piano) e gioca sulla variazione delle proporzioni. La visuale dell'operatore sembra presagire un primissimo embrione di soggettiva, che verrà effettivamente sviluppata di lì a poco dai cineasti inglesi della scuola di Brighton (in particolare da George Albert Smith).

Vi si può notare come nel cinema delle origini l'operatore non sia ancora invisibile (questa regola diventerà fissa solo nel classicismo hollywoodiano dal decennio successivo) e come il cinema inglese nascondesse nelle sue corde più profonde sempre un messaggio di educazione e di moralismo, influenzato dalla morale vittoriana: in questo caso il messaggio è "non importunare i passanti".

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema