Tethysaurus nopcsai

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Tethysaurus
Stato di conservazione: Fossile
Tethysaurus.jpg
Fossile di Tethysaurus
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Sauropsida
Ordine Squamata
Sottordine Lacertilia
Superfamiglia Mosasauroidea
Famiglia Mosasauridae
Genere Tethysaurus
Specie T. nopcsai

Il tetisauro (Tethysaurus nopcsai) è un rettile marino estinto appartenente agli squamati, vissuto nel Cretaceo superiore (Turoniano inferiore, circa 90 milioni di anni fa). I suoi resti fossili sono stati ritrovati in Marocco.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Conosciuto per parte del cranio e dello scheletro rinvenuti nella regione di Goulmima nel Marocco meridionale, questo rettile è stato classificato nel gruppo dei mosasauroidi (Mosasauroidea). Come tutti gli appartenenti a questo gruppo, Tethysaurus possedeva un corpo allungato e snello, con una coda appiattita lateralmente e zampe corte e piatte, simili a natatoie. A Tethysaurus sono stati riferiti altri tre esemplari, uno dei quali consta di uno scheletro quasi completo con tanto di cranio. Tethysaurus doveva raggiungere i tre metri di lunghezza.

Classificazione[modifica | modifica wikitesto]

Tethysaurus è stato descritto per la prima volta nel 2003. Il cranio, caratterizzato da due regioni posteriori appuntite, richiama quello dei mosasauridi veri e propri, ma altre caratteristiche indicano che questo animale era strettamente imparentato con gli aigialosauridi. Dal momento che quest'ultima famiglia risale al Cenomaniano (circa 100 milioni di anni fa) e i primi mosasauridi sono del Turoniano medio – superiore, Tethysaurus (Turoniano inferiore), nello studio della prima descrizione Tethysaurus è risultato essere stato un anello di congiunzione fra i due gruppi. Uno studio successivo (Polcyn e Bell, 2005) ha invece messo in luce strette affinità con alcuni rappresentanti primitivi dei mosasauridi (Russellosaurus e Yaguarasaurus), vissuti anch'essi nel Turoniano.

Significato del nome[modifica | modifica wikitesto]

Il nome Tethysaurus è un riferimento alla dea greca del mare, Teti, e al tempo stesso all'oceano Tetide, un antico mare tra l'Europa meridionale e il Nordafrica. L'epiteto specifico onora il barone Franz Nopcsa, un paleontologo ungherese che compì i primi studi sugli squamati acquatici del Cretaceo del Mar Adriatico.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Nathalie Bardet, Xabier Pereda Suberbiola, and Nour-Eddine Jalil. A new mosasauroid (Squamata) from the Late Cretaceous (Turonian) of Morocco. Comptes Rendus Palevol, Volume 2, Issue 8, December 2003, Pages 607-616.
  • Polcyn, M. J. and Bell, G. L., Jr. 2005. Russellosaurus coheni n. gen., n. sp., a 92 million-year-old mosasaur from Texas (USA), and the definition of the parafamily Russellosaurina. Netherlands Journal of Geosciences 84(3):321-333.