Terremoti a Benevento

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Questa è la lista dei terremoti distruttivi che hanno interessato la città di Benevento a partire dall'epoca del tardo impero romano.

Principali eventi sismici[modifica | modifica wikitesto]

La città è situata in una zona soggetta a scosse telluriche relativamente frequenti. Si ricordano o sono attestati nel corso della sua storia almeno 15 terremoti di forte intensità:

Il primo terremoto attestato da cronache coeve, seppure piuttosto discordanti, rase al suolo la città. All'epoca Benevento era un fiorente centro culturale e artistico: dei suoi 200.000 abitanti la metà morì, andarono distrutte le sue 15 torri e gli importanti edifici e templi che ospitava. La città, essendo molto ricca e popolosa, fu subito ricostruita. Il prefetto Quinto Aurelio Simmaco, Seniore Corrector Campaniae, che vi si recò per l'occorrenza, scrisse al Senato Romano per elogiare l'abnegazione, lo slancio "patriottico" e la correttezza dimostrata dal popolo nella pronta opera di ricostruzione.
Il terremoto, di intensità IX Mercalli, colpì Benevento in un periodo di crisi per il Principato di Benevento, essendo stato costituito nell'840 il nuovo Principato di Salerno.
Rase al suolo la città. Un denso polverone si alzò sulla città fino ad oscurare il sole. I morti furono 2.115.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Salvatore De Lucia, Passeggiate beneventane, Benevento 1983
  • Giovanni Giordano, Aspetti di vita beneventana nei sec. XVII-XVIII, ed. Dehoniane Napoli, 1976

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]