Taobao

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Taobao Marketplace
sito web
Logo
Logo
URLtaobao.com
Tipo di sitoC2C e commercio elettronico
LinguaCinese
Commerciale
ProprietarioAlibaba Group
Lanciomaggio 2003
Stato attualeattivo

Taobao (in cinese semplificato: 淘宝网; in cinese tradizionale: 淘寶網; in pinyin: Táobǎo Wǎng; letteralmente: "ricerca della rete tesoro") è un sito web di negozio online cinese simile ad eBay, Amazon[1] e Rakuten, la sua sede è ad Hangzhou ed è gestito da Alibaba Group.[2]

Fondato da Alibaba Group il 10 maggio 2003, Taobao Marketplace facilita al dettaglio il customer to customer (C2C), fornendo una piattaforma per piccole imprese e singoli imprenditori per aprire negozi online che forniscono soprattutto ai consumatori nelle regioni di lingua cinese (Cina continentale, Hong Kong, Macao e Taiwan) e anche all'estero.[3] Alla fine del 2010, il numero di membri registrati su Taobao aveva raggiunto oltre 370 milioni, circa l'80% del mercato cinese di shopping online.[4]

Con circa 760 milioni di inserzioni di prodotti a partire da marzo 2013, Taobao Marketplace è uno dei 10 siti web più visitati del mondo secondo Alexa.[5] Per l'anno fiscale che terminato il 31 marzo 2013, il combinato volume lordo merce (VLM) di Taobao Marketplace e Tmall.com superava 1 trilione di yuan,[6] più di quelli di eBay e Amazon messi insieme. The Economist lo chiama "il più grande mercato online del paese".[7]

I venditori sono in grado di pubblicare merci in vendita sia attraverso un prezzo fisso o un'asta. Le aste costituiscono una piccola percentuale di transazioni. La maggior parte dei prodotti sono nuove merci vendute a prezzi fissi. I compratori possono valutare gli sfondi del venditore dalle informazioni disponibili sul sito, incluse le valutazioni, i commenti e le denunce.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (ZH) 淘宝网=eBay+乐天+亚马逊 (Taobao=eBay+Rakuten+Amazon), su tech.163.com, 国际金融报, 9 luglio 2009. URL consultato il 19 luglio 2017 (archiviato dall'url originale il 16 aprile 2016).
  2. ^ Prodotti con Taobao: ricerca autonoma, ordine e consegna, su dolphincargo.com.ua.
  3. ^ Taobao.com launches online shopping mall, su china.org.cn, 15 gennaio 2008. URL consultato il 19 luglio 2017.
  4. ^ 淘宝宣布注册用户达到3.7亿, su tech.sina.com.cn, Sina.com, 6 gennaio 2011.
  5. ^ Alexa.com Taobao Statistics, su Alexa.com, Alexa.com. URL consultato il 19 luglio 2017 (archiviato dall'url originale il 17 maggio 2019).
  6. ^ 阿里巴巴集团网络零售交易额突破10000亿, su techweb.com.cn, Techweb, 3 dicembre 2012.
  7. ^ The everything creditor, su economist.com, The Economist, 6 giugno 2015. URL consultato il 19 luglio 2017.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàLCCN (ENn2009002185
  Portale Internet: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Internet