Tabernacolo delle Fonticine

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 43°46′37.82″N 11°15′07.22″E / 43.777172°N 11.252006°E43.777172; 11.252006

Tabernacolo delle Fonticine
Veduta notturna
Veduta notturna
Localizzazione
Stato Italia Italia
Città Firenze
Quartiere Centro storico
Caratteristiche
Tipo Tabernacolo
Progettista Girolamo della Robbia
Costruzione XVI sec.

Il tabernacolo delle Fonticine è uno dei più bei tabernacoli di Firenze, dotato anche di una vasca con fontana, si trova in via Nazionale, sull'asse di via dell'Ariento, a pochi passi dal Mercato di San Lorenzo.

Realizzato da Girolamo e forse Giovanni della Robbia nel 1522, fu così chiamato per la presenza delle sette teste di cherubino che versano, attraverso delle cannelline sulle bocche, altrettanti flutti d'acqua nella vasca marmorea.

È modellato in terracotta invetriata policroma, nello stile ricco di colore di Giovanni, e raffigura nella parte centrale la Madonna col Bambino fra i santi Barbara, Luca, Jacopo e Caterina; altre teste di santo intercalano la cornice a festoni, mentre nell'estradosso sono il Padre Eterno con lo Spirito Santo ed angeli adoranti.

L'opera scenografica fu commissionata dal "Reame di Biliemme" (o 'Bailamme') - come reca l'iscrizione alla base: Questo devoto tabernacholo ano fatto fare gluomini del reame di Belieme. Posto in via sancta Catherina. MDXXII - una delle più importanti brigate rionali di popolo minuto, dette Potenze festeggianti, che si riunivano per esibirsi, fare festa, affrontarsi in armeggerie nelle varie ricorrenze cittadine e che contribuirono talvolta ad abbellire il proprio rione di opere d'arte.

Il tabernacolo è situato entro un portico a colonne, di pietra serena e riposa su una base di marmo, sostenuta da mensole inginocchiate a zampa leonina.

Oggi il tabernacolo è protetto da un vetro, che garantisce sì la conservazione della preziosa opera, ma essendo ormai vecchio e sporco ne impedisce una chiara lettura.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Luciano Artusi, Tante le acque che scorrevano a Firenze, itinarario tra i giochi d'acqua delle decorative fontane fiorentine, Semper, Firenze 2005.
  • Vedi anche la bibliografia su Firenze.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]