Transit Research and Attitude Control

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da TRAAC)
Jump to navigation Jump to search
Transit Research and Attitude Control (TRAAC)
Immagine del veicolo
TRAAC.jpg
Un'immagine artistica del satellite TRAAC
Dati della missione
OperatoreUnited States Navy
NSSDC ID1961-031B
SCN00205
VettoreThor DM-21 Ablestar
Lancio15 novembre 1961 alle 22:26 UTC
Luogo lancioComplesso di lancio 17
Fine operatività12 agosto 1962 [1]
Durata270 giorni
Proprietà veicolo spaziale
Massa109 kg
Parametri orbitali
OrbitaGeocentrica
Apogeo1.109 km
Perigeo958 km
Periodo105,8 minuti
Inclinazione32,44°
Eccentricità0,0102037
Semiasse maggiore7.405,20 km

Il Transit Research and Attitude Control (TRAAC) è un satellite artificiale lanciato dalla marina militare statunitense dalla base di lancio di Cape Canaveral il 15 novembre 1961. Assieme al TRAAC, fu lanciato un altro satellite denominato Transit 4B.

Missione[modifica | modifica wikitesto]

Il satellite da 109 kg fu usato per testare il sistema di stabilizzazione a gradiente di gravità (o stabilizzazione mareale) dei satelliti per la navigazione facenti parte della flotta Transit.[2] Il sistema di stabilizzazione rispose in effetti al comando di estensione ma, a causa del malfunzionamento di uno dei motorini, il braccio da 18,4 m utile alla stabilizzazione mareale non riuscì ad estendersi del tutto.

Tra gli scopi prettamente scientifici della missione vi era quello di migliorare la misura della densità dei protoni presenti nella fascia interna di Van Allen, di verificare la presenza di particelle più pesanti lì intrappolate dal campo magnetico locale e di verificare la teoria che vedeva il decadimento beta dei neutroni generati dalla collisione tra raggi cosmici e nuclei in alta atmosfera all'origine della suddetta fascia interna di Van Allen.[2]

Il TRAAC fornì anche informazioni sugli effetti della radiazione proveniente da esplosioni nucleari nello spazio, esso fu infatti uno dei vari satelliti i cui sensori fornirono dati per il test nucleare ad alta quota denominato Starfish Prime, effettuato il 9 luglio 1962. Come conseguenza dell'esplosione, i pannelli solari del satellite furono inavvertitamente danneggiati e ciò portò di fatto alla fine della sua operatività; l'ultimo contatto con il TRAAC si ebbe il 12 agosto 1962.[3]

Ci si aspetta che il TRAAC continui ad orbitare ancora per circa 800 anni ad un'altitudine di 950 km.

Poesia[modifica | modifica wikitesto]

La prima poesia ed essere lanciata in orbita attorno alla Terra fu incisa sul pannello della strumentazione del TRAAC. Intitolato For a Space Prober (in inglese: Per una sonda spaziale), il componimento fu scritto da Thomas G. Bergin professore di lingue romanze all'Università Yale.[4]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ TRAAC Satellite details 1961-031B NORAD 205, N2YO, 7 Febbraio 2014. URL consultato il 28 novembre 2017.
  2. ^ a b TRAAC, Gunter's Space Pages. URL consultato il 28 novembre 2017.
  3. ^ Wilmot N. Hess, The Effects of High Altitude Explosions (PDF), NASA, Settembre 1964. URL consultato il 28 novembre 2017.
  4. ^ Advances in Geophysics, vol. 15, Academic Press, 30 marzo 1972, p. 136. URL consultato il 28 novembre 2017.
Astronautica Portale Astronautica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di astronautica