TÜV

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

I TÜV (acronimo di Technischer Überwachungsverein, in italiano Associazione di Controllo Tecnico) sono delle società di certificazione tedesche in ambito di sistemi di gestione sicurezza alimentare e ambientale e per la qualità del sistema di gestione aziendale. I TÜV sono presenti in altri paesi, oltre alla Germania, compresa l'Italia, con marchi proprietari e una propria rete di auditori. I TÜV come gruppo entrarono a far parte dello scenario tedesco nel quadro delle iniziative pubbliche del tempo e della sicurezza sul posto di lavoro. Nel 1866 vennero creati per l'ispezione degli impianti di caldaie a vapore nel paese. Intorno al 1870 vi erano in totale 43 TÜV. I servizi di certificazione offerti sono molteplici: dalla certificazione di sistema alla certificazione di prodotto, attività di ispezione e supporto tecnico, certificazione del personale e attività di formazione.

Tra i principali organismi di Certificazione TÜV: TÜV Nord, TÜV Thüringen, TÜV Saarland, TÜV Rheinland, TÜV InterCert, TÜV Süd, TÜV Hessen. In Austria il TÜV Austria.

Organizzazione[modifica | modifica wikitesto]

Le società con marchio e nome TÜV pur vantando un'origine comune, operano indipendentemente l'uno dall'altro; ogni TÜV è provvisto di propri accreditamenti rilasciati da Organismi Nazionali di Accreditamento. In Germania vi sono i tre maggiori della Holding, TÜV Nord, TÜV Süd, TÜV Rheinland. Oltre ai minori TÜV Thüringen e TÜV Saarland, al quale sono poi collegate altre società del gruppo, tra le quali TÜV InterCert.

Il marchio „TÜV“[modifica | modifica wikitesto]

Il marchio „TÜV“ è delle società di certificazione così come del VdTÜV e identifica i prodotti o i servizi certificati.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Esplosione di un impianto a vapore nel 1881. Litografia del Bayerischen Dampfkessel-Revisionsvereins

Nel tempo le macchine a vapore del XIX secolo erano soggette a cedimenti tali da procurare esplosioni con feriti e decessi. Dopo l'esplosione del generatore di vapore presso la Mannheimer Aktienbrauerei del 1865 venne fondata nel 1866 la Gesellschaft zur Ueberwachung und Versicherung von Dampfkesseln mit dem Sitze in Mannheim. Altre città e regioni seguirono l'esempio.[1] Fu pertanto fondata un’Associazione di tecnici attivi nell’ispezione delle caldaie a vapore, la Pfälzische Dampfkessel-Revisions-Verein. Nata nel 1871, il suo scopo era “proteggere gli utilizzatori, l’ambiente e i siti dai rischi legati all’utilizzo di queste caldaie”.

L’Associazione, che sin dall’inizio aveva anche un ruolo di ente normativo privato, assumerà, nel corso del tempo, diverse denominazioni. Assieme ad altri Enti simili diffusi su tutto il territorio tedesco, essa ampliò gradualmente la propria operatività, lo sviluppo tecnologico e le aree di competenza:

  • sistemi elettrici;
  • veicoli a motore;
  • sicurezza antincendio;
  • centrali elettriche;
  • impianti;
  • protezione ambientale;
  • sicurezza dei prodotti;
  • sistemi di gestione

VdTÜV[modifica | modifica wikitesto]

L'associazione, tra le organizzazioni di certificazione Technischen Überwachungs e la I.G. Farben, grande azienda chimica tedesca tra le due guerre mondiali, creò il Verband der Technischen Überwachungs-Vereine (VdTÜV). La completa autonomia dei consociati e l'applicazione del principio „Trusted Third Party“ sono la base della protezione del marchio „TÜV“.

Le organizzazioni TÜV associate al VdTÜV sono:

Industrie associate:

Associazioni membri:

Organizzazioni collegate[modifica | modifica wikitesto]

Altre organizzazioni collegate sono la Dekra, la Gesellschaft für Technische Überwachung (GTÜ) e la Kraftfahrzeug-Überwachungsorganisation freiberuflicher Kfz-Sachverständiger (KÜS). L'azione dei TÜV si sovrappone a quella dei Deutschen Gesellschaft zur Zertifizierung von Managementsystemen (DQS).

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Design Portale Design: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di design