Surya Siddhanta

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Il Surya Siddhanta è un trattato di astronomia indiana che, nella forma a noi pervenuta, risale alla fine del IV o all'inizio del V secolo e.v., per quanto lo si voglia far risalire all'epoca della civiltà vedica. È scritto in lingua sanscrita e descrive le regole per calcolare diverse grandezze astronomiche, tra cui il moto dei pianeti e della Luna. È il più antico testo ad asserire esplicitamente che la Terra ha forma sferica[1].

L'opera ha un carattere scientifico e riporta alcune misure astronomica con accurata precisione: ad esempio le misure del diametro di Mercurio e del Sole sono precise all'1%[1], la precisione della lunghezza dell'anno è di solo 1,4 secondi inferiore a quella misurata in era moderna[1].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) Surya Siddhanta, 2 Million Years old Book is First on Astronomy, su booksfact.com. URL consultato il 30 gennaio 2018.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]