Suna (fiume)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Suna
Kivach 2008.JPG
Le cascate di Kivač
StatoRussia Russia
Soggetti federaliCarelia Carelia
Lunghezza280 km[1][2]
Portata media66 m³/s (a 30 km dalla foce)[2]
Bacino idrografico7 670 km²[1][2]
Nascealture della Carelia occidentale
Sfocialago Onega

La Suna (in russo: Су́на?) è un fiume della Russia europea nordoccidentale (Repubblica di Carelia), tributario del lago Onega (bacino idrografico dello Svir').

Ha origine dalle alture della Carelia occidentale, emissario del lago Kivijarvi. Scorre con direzione mediamente sudorientale, attraversando una regione di basse colline e ricca di laghi; sfocia nel lago Onega nella sua sezione nordoccidentale, in una insenatura conosciuta come baia di Kondopoga dal nome del maggiore centro urbano lungo le sponde. Il maggiore affluente della Suna è il Semč', confluente dalla sinistra idrografica.

La Suna attraversa molti laghi nei suoi 280 chilometri di percorso, fra i quali i maggiori sono Roik-Navolok, Gimol'skoe, Sund, Kudomgubskoe; passa inoltre per circa 50 tra rapide e cascate, le maggiori delle quali sono quelle di Kivač, nel basso corso. La Suna non tocca alcun centro urbano di rilievo nel suo corso; i maggiori insediamenti sono Tumba, Porosozero, Lindozero, Girvas e, presso la foce, Janišpole.

La Suna, analogamente a tutti gli altri fiumi della zona, è gelata per lunghi periodi ogni anno, mediamente dal tardo autunno alla primavera; negli altri mesi le sue acque vengono utilizzate per la fluitazione del legname.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (RU) Река СУНА nel Registro nazionale dei corpi idrici.
  2. ^ a b c (RU) Суна (река). In Grande enciclopedia sovietica, 1969-1978.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Russia Portale Russia: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Russia