Striscia di Arabat

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Parte meridionale della Striscia di Arabat. Veduta dalla Fortezza di Arabat

La striscia di Arabat (in russo Арабатская стрелка, traslitterato in Arabatskaja strelka; in ucraino Арабатська стрілка, taslitterato in Arabatska strilka; in tataro di Crimea Arabat beli, chiamata anche Lingua di Arabat e, letteralmente, Lancetta di Arabat, e comunemente ortografata erroneamente come Arabatskaja Strelka in russo ed Arabats'ka Strilka in ucraino) è rappresentata da una sottile linea di terra che separa dal mare d'Azov, da sud a nord, un ampio sistema di lagune, poco profondo e molto salato, denominato Sivaṣ o “Mare Putrido“ od anche "Mare Marcio", per la presenza d'acqua marina stagnante, dato lo scarso ricambio operato dalle deboli correnti marine.

Veduta aerea della striscia di Arabat, nitida

Altra denominazione per indicare ancora il fine cordone litoraneo costituito dalla lunga e sottile linea o banda di terra che unisce sud e nord tutta la parte orientale della Crimea, è quella di "Freccia d'Arabat" per la sua conformazione fisica e l'aspetto geografico che ne risulta.

Una sottile striscia di terreno quasi piatto collega infatti la città di Heniċesk, posta a nord sulla parte continentale meridionale dell'Ucraina e situata a nord est delle sponde della penisola di Crimea, per il tramite del suo breve stretto omonimo, alla piccola penisola di Kerč, sul versante sud orientale della Crimea, che confina attraverso l'omonimo stretto con il distretto federale di Krasnodar nella Russia meridionale.

È separata da Heniċesk dallo stretto omonimo (in russo Генический пролив), che è anche detto "Stretto Sottile" (in russo Тонкий Пролив), definizione che riflette pienamente la stretta geometria del braccio di mare, il quale è lungo circa 4 Km e largo dagli 80 ai 150 m e profondo dai 4 ai 6 metri[1].

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

Veduta dal satellite del mare di Azov (n° 13), con la penisola di Crimea (num. 9). Il numero 5 indica la striscia di Arabat in Crimea.

La striscia di Arabat appartiene geograficamente ed amministrativamente, per circa la metà del suo territorio, sia all'Ucraina verso nord, dal villaggio di Strilkove fino alla stretto di Heniċesk, compresa nella provincia o regione di Cherson, e sia alla Russia verso sud fino alla penisola di Kerč', compresa nella repubblica di Crimea.
Ha una superficie che ammonta a 395 km², è lunga 112 km[2] e larga da 270 m sino ad 8 km[3] [4], con una larghezza media di 3,5 km.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Semenov, p.624
  2. ^ Petrow, V.P., Geography of the Soviet Union: Physical features, 1964, p. 112.
  3. ^ (RU) V. I. Borissow und E. I. Kapitonow, Azowsches Meer, in KKI, 1973.
  4. ^ (RU) Sywasch, in Große Sowjetische Enzyklopädie. URL consultato il 13 dicembre 2010.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]