Stadio Ali Sami Yen

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Ali Sami Yen
L'inferno di Istanbul
Galatasaray-hamburg 2009-3.jpg
Informazioni
StatoTurchia Turchia
UbicazioneIstanbul
Inizio lavori1943
Inaugurazione1945
Chiusura2011
Demolizione2011
Ristrutturazione1945-1964
Mat. del terrenoErba
Dim. del terreno105 m x 65 m
ProprietarioGalatasaray
GestoreGalatasaray Spor Kulübü
Uso e beneficiari
CalcioGalatasaray
Capienza
Posti a sedere30 000
Mappa di localizzazione

Coordinate: 41°03′55.62″N 28°59′56.28″E / 41.06545°N 28.998967°E41.06545; 28.998967

Lo stadio Ali Sami Yen era un impianto calcistico di Istanbul, in Turchia.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Dedicato ad Ali Sami Yen, fondatore e primo presidente del Galatasaray, è stato lo stadio casalingo del club turco fino al 15 gennaio 2011, quando è stato aperto il nuovo impianto, la Türk Telekom Arena, ed è stato raso al suolo il 13 aprile dello stesso anno. Edificato nel 1943 e aperto al pubblico nel 1945, subendo poi una ristrutturazione terminata nel 1964, l'Ali Sami Yen aveva forma ellittica. La tribuna centrale, chiamata Numaralı, era l'unico settore coperto. Opposta ad essa era la tribuna Kapalı, sede dei principali gruppi ultras. Le due curve prendevano invece i nomi di Yeni Açık ed Eski Açık.

L'Ali Sami Yen è stato celebre in ambito calcistico, dato il caldissimo tifo dei supporter del Galatasaray, assai intimidatorio verso i calciatori e i tifosi ospiti: soprannominato Cehennem (inferno), l'impianto è stato teatro di storiche vittorie dei padroni di casa su club quotatissimi come il Barcellona, il Real Madrid, il PSV Eindhoven e il Milan.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]