Space Propulsion Test Facility di Perdasdefogu

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Lo Space Propulsion Test Facility di Perdasdefogu (o SPTF di Perdasdefogu) è un banco di prova per motori a propellente liquido (LRE, Liquid rocket engines), annunciato verso l'inizio del 2020 da Avio, che verrà realizzato a Perdasdefogu in Sardegna, all'interno del Poligono sperimentale e di addestramento interforze di Salto di Quirra.[1][2][3][4]

Attività[modifica | modifica wikitesto]

Il banco di prova sarà destinato all’esecuzione di test per lo sviluppo e la qualifica di motori a razzo alimentati a propellenti criogenici e affiancherà l’attività di ingegneria che viene già svolta nella sede di Villaputzu.[1][2][3][4]

Attualmente, per questo genere di test sui motori a propellente liquido, Avio è costretta ad affidarsi ad altri centri di ricerca all'estero, come avvenuto per esempio nel caso del test sulla turbopompa motore Mira-D.[5]

Essendo l'attività di Avio fino ad oggi concentrata sulla realizzazione di motori a propellente solido e, nel caso di motori a propellente liquido, limitata a componentistica, come le turbopompe, per aziende esterne, l'attuale situazione non ha mai determinato particolari esigenze tali da giustificare la realizzazione di un banco di prova dedicato e direttamente accessibile all'azienda; tuttavia, con l'avvio della fase di sviluppo di Vega-E, che prevede l'utilizzo dello stadio a propellente liquido M10, la possibilità di sfruttare un banco di prova aziendale dedicato permetterà una più flessibile, veloce ed agevole fase di progettazione e test.[6]

Sempre per velocizzare lo sviluppo dei futuri motori basati , come il M10, su strutture in composito, nelle vicinanze del centro verrà realizzato un impianto per la fabbricazione di componenti in carbon-carbon.[1]

Realizzazione[modifica | modifica wikitesto]

Il banco di prova, la cui realizzazione è prevista in 18 mesi, verrà collocata in un'area di 6,5 ha interno del Poligono sperimentale e di addestramento interforze di Salto di Quirra.[1][2][3][4][6]

Risorse[modifica | modifica wikitesto]

Il banco di prova è finanziato da Avio in collaborazione con il Ministero dello sviluppo economico e la Regione Sardegna per un costo totale di 33 milioni di euro.[1][2][3][4]

Nei primi tre anni di attività è previsto l’impiego di 21 persone che, a regime, raggiungeranno le 35 unità di personale altamente qualificato e specializzato quali ingegneri, chimici, informatici e tecnici.[1][2][3][4][6]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f PARTE IL PROGETTO SPTF - AVIO, su Avio.com, 29 gennaio 2020. URL consultato il 18 luglio 2020.
  2. ^ a b c d e Via al progetto per nuovi motori aerospaziali a Perdasdefogu: in arrivo 35 posti di lavoro, su Casteddu On line, Redazione Cagliari Online, 30 dicembre 2019. URL consultato l'8 febbraio 2020.
  3. ^ a b c d e In Sardegna a Perdasdefogus via libera al progetto aerospaziale da 33 milioni di euro, su Cronache Nuoresi, Cronache Nuoresi, 31 dicembre 2019. URL consultato l'8 febbraio 2020.
  4. ^ a b c d e Avio, presentato progetto SPTF in Sardegna, su QuiFinanza, quifinanza, 29 gennaio 2020. URL consultato l'8 febbraio 2020.
  5. ^ Turbopompa MIRA-D, su Avio.com. URL consultato l'8 febbraio 2020 (archiviato dall'url originale il 15 aprile 2019).
  6. ^ a b c Fabrizio Fois, Sardegna in business lanci aerospaziali - Sardegna, su Agenzia ANSA, 29 gennaio 2020. URL consultato il 9 febbraio 2020.
Astronautica Portale Astronautica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Astronautica