Something He Can Feel

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Something He Can Feel
Something He Can Feel by Aretha Franklin US vinyl.png
Disco di grammofono americano
ArtistaAretha Franklin
Tipo albumSingolo
Pubblicazione5 maggio 1976
Durata6:15[1]
Album di provenienzaSparkle
GenereSoul
EtichettaAtlantic Records
ProduttoreCurtis Mayfield[1]
Registrazione1976
Formati45 giri
Aretha Franklin - cronologia
Singolo precedente
You
(1976)
Singolo successivo
Jump/Hooked On Your Love
(1976)

Something He Can Feel è una canzone soul scritta e prodotta da Curtis Mayfield[1] nel 1976, per la colonna sonora del film Sparkle, in cui veniva interpretata dalla protagonista, interpretata da Lonette McKee e con i cori di Irene Cara e Dwan Smith.
Nello stesso anno la canzone fu anche registrata da Aretha Franklin, fu pubblicata come singolo estratto dall'album Sparkle e raggiunse la vetta della classifica Hot Black Singles.
Nel 1988 Afrika Bambaataa ha registrato una cover di "Something He Can Feel", nell'album The Light, in collaborazione con Boy George che su questo brano costituisce la voce principale. Nel 1992 il gruppo femminile En Vogue pubblicò con successo una cover del brano, che conquistò la prima posizione della stessa classifica ed entrò nella top10 della classifica statunitense.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

  1. Something He Can Feel
  2. Loving You Baby

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (1976) Posizione
più alta[2]
U.S. Billboard Hot 100 28
U.S. Billboard Hot Black Singles 1

Versione delle En Vogue[modifica | modifica wikitesto]

Give Him Something He Can Feel
ArtistaEn Vogue
Tipo albumSingolo
Pubblicazione4 giugno 1992
Durata3:57
Album di provenienzaFunky Divas
Dischi1
GenereRhythm and blues
EtichettaEastWest
ProduttoreDenzil Foster
Thomas McElroy
Registrazione1992
FormatiCD Singolo, cassetta singolo
Certificazioni
Dischi d'oro1
En Vogue - cronologia
Singolo successivo
(1992)

La cover del brano realizzata dalle En Vogue, pubblicata come Give Him Something He Can Feel, fu registrata per il secondo album del gruppo, Funky Divas, e prodotta da Denzil Foster e Thomas McElroy. La versione delle En Vogue fu pubblicata nel 1992 come secondo singolo estratto dall'album ed ebbe un grande successo, perfino superiore all'originale: il brano ha raggiunto la prima posizione della classifica R&B statunitense ed è entrato nella top10 statunitense,[3] e inoltre ha ottenuto la certificazione di disco d'oro dalla RIAA grazie a oltre 500.000 copie vendute negli Stati Uniti.[4]

Video[modifica | modifica wikitesto]

Il videoclip della versione delle En Vogue è ambientato in un club musicale che ricalca lo stile dei locali notturni degli anni cinquanta -sessanta. Il pubblico, esclusivamente maschile, veste abiti dell'epoca e le En Vogue sono fasciate in attillati abiti da sera rossi. Inoltre indossano guanti neri, un bracciale di brillanti, scarpe nere a tacchi alti e presentano trucco e parrucco che rimanda allo stile di quegli anni. L'esibizione del gruppo è un omaggio ai gruppi femminili soul e R&B come The Supremes. La regia del video si concentra su molti dettagli, come il trucco delle cantanti prima di entrare in scena, champagne e ghiaccio versato nei bicchieri e scarpe eleganti che scendono dalle limousine.

Ricezione[modifica | modifica wikitesto]

Il brano ha raggiunto la prima posizione della classifica R&B americana il 1º agosto 1992,[5] dove è rimasto una settimana, diventando il quinto singolo numero 1 del gruppo nella suddetta classifica. Il singolo è stato il quinto del gruppo a entrare nella Hot 100 di Billboard, e il terzo a entrare nella top10 della stessa classifica. Il pezzo è entrato nella top10 americana durante la settimana del 1º agosto 1992 al numero 9,[6] per poi arrivare alla sesta posizione il 12 settembre.[7] Il singolo ha passato ventiquattro settimane in classifica.

In Nuova Zelanda il brano è diventato il singolo delle En Vogue che ha raggiunto la posizione più alta in classifica: entrato in classifica al numero 34, il singolo ha poi raggiunto la posizione numero 2 il 27 settembre 1992, dove è rimasto per due settimane consecutive, mentre ha passato tredici settimane nella top40.[8]

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (1992) Posizione
più alta
Nuova Zelanda 2
Olanda 45
U.S. Billboard Hot 100 6
U.S. Billboard Hot R&B/Hip-Hop Songs 1

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica