Socket B

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Socket B
LGA Socket 1366.jpg
Specifiche
Tipo LGA
Chip form factors Flip-chip land grid array
N° pin 1366
Protocollo BUS
FSB
Voltaggio
Processori Intel basati su architettura Nehalem (Bloomfield, Gainestown)

Il Socket B (chiamato anche Socket 1366) è il socket che Intel ha introdotto per le CPU basate sulla architettura Nehalem (e più precisamente con i core Bloomfield e Gainestown) a partire dalla fine del 2008 come evoluzione del precedente Socket 775 che era stato introdotto con i Pentium 4 Prescott e mantenuto poi anche per tutte le successive CPU destinate al settore desktop, quali i Pentium D, Pentium Extreme Edition, Core 2 Duo (Conroe e Wolfdale), Core 2 Quad e Core 2 Extreme, oltre ovviamente per le ultime incarnazioni del processore Celeron (in particolare Celeron D).

È da ricordare che il termine LGA sta per Land Grid Array e sta ad indicare che i pin di contatto non sono più sul processore, ma direttamente sul socket, una caratteristica che Intel ha introdotto proprio con il Socket 775.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica sorgente]

Intel ha dovuto progettare un nuovo socket per far fronte all'incremento di dimensioni dei processori basati su architettura Nehalem, oltre che per rispondere ai nuovi requisiti energetici e nuove funzionalità previste dall'architettura. Sebbene si tratti ancora di un socket LGA, esso vede un cambiamento nel modo in cui il processore si collega alla motherboard; il meccanismo di ritenzione del processore non è più saldato sulla scheda ma verrà avvitato solo quando il processore è già inserito nel bracket.

Nuovi socket per Nehalem: non solo Socket B[modifica | modifica sorgente]

Inizialmente era previsto che i socket per i processori dell'architettura Nehalem dovessero essere il Socket B e il Socket H, tuttavia, quest'ultimo è stato sostituito dall'LGA 1160, non previsto inizialmente.

Le prime notizie riguardo ai 2 socket originariamente annunciati, evidenziavano le differenze tra i due nella capacità da parte del Socket B (dotato di un maggiore numero di pin di contatto) di supportare i processori con controller di memoria integrato (presente nei processori AMD dal 2003 con i suoi Athlon 64) e il nuovo tipo di bus seriale, conosciuto con il nome di Intel QuickPath Interconnect (precedentemente conosciuto con il nome di Common Systems Interconnect), e che sarà in sostanza l'alternativa Intel all'HyperTransport di AMD.

Tali caratteristiche, assenti nella versione economica Socket H, avevano fatto pensare il Socket B sarebbe stato abbinato esclusivamente a sistemi di fascia alta. Successivamente è stata poi confermata questa intuizione, dato che il Socket B è dedicato ad ospitare i futuri chip quad core Bloomfield e Gainestown che sono pensati rispettivamente per la fascia alta del mercato desktop e per i sistemi server biprocessore.

In ogni caso il Socket B non è l'unico a supportare il controller di memoria integrato delle CPU Core i7, ma tale funzionalità sarà estesa anche ad altri socket, originariamente non previsti, ma annunciati da Intel sempre a fine 2007; si tratta appunto del Socket 1160 e del Socket LS. Diversamente da quanto previsto inizialmente, sembra che tutte le future CPU Nehalem vedranno l'implementazione del controller di memoria e quindi è molto probabile che il Socket H, originariamente previsto, abbia perso la propria ragione di vita, e i mancati riferimenti da parte di Intel negli ultimi annunci riguardo a questo socket non fanno che contribuire alla conferma dell'annullamento del progetto Socket H.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]