Skyway Monte Bianco

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Skyway Monte Bianco
Cabina Skyway Monte Bianco.jpg
Localizzazione
StatoItalia Italia
LocalitàCourmayeur
Dati tecnici
TipoFunivia
Stato attualeIn funzione
Apertura1941
Riapertura2015
Velocità9 m/s m/s
GestoreFunivie Monte Bianco S.p.A.
Percorso
Stazione a valleCourmayeur
Stazione a montePunta Helbronner
Numero di stazioni e fermate3 (Courmayeur, Pavillon, Punta Helbronner)
Tempo di percorrenza4 min primo tronco (da Courmayeur a Pavillon), 7 min secondo tronco (da Pavillon a Punta Helbronner) minuti
Lunghezza4.500 m
Dislivello2.166 m
DintorniDente del Gigante
Grandes Jorasses
Percorso Skyway Monte Bianco vista frontale.jpg
Percorso e luoghi di interesse della funivia Skyway Monte Bianco
Trasporto a fune

La Skyway Monte Bianco è un impianto di risalita funiviario italiano situato in Valle d'Aosta che permette di raggiungere il punto più vicino alla vetta del Monte Bianco, partendo dai 1.300 metri di Courmayeur per arrivare ai 3.466 metri di Punta Helbronner.

L'impianto[modifica | modifica wikitesto]

La Skyway è inaugurata il 30 maggio 2015 e comprende 3 stazioni:

Storia[modifica | modifica wikitesto]

I lavori di costruzione iniziano nel marzo del 2011 e si concludono quattro anni dopo con l’apertura al pubblico avvenuta il 30 maggio 2015.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

  • Lunghezza percorso tratto italiano: 4.500 m. (dislivello: 2.137 m.)
  • Quota stazione di arrivo: 3.449,24 m s.l.m. / a.s.l.
  • Quota stazione di partenza: 1.308,20 m s.l.m. / a.s.l.
  • Tempi ascesa: il percorso in salita richiede 4 minuti per il primo tronco e 7 per il secondo. Aggiungendo 2 minuti teorici per il passaggio da una cabina all’altra, in 15 minuti si può compiere l’intero percorso.
  • Velocità: 9 metri al secondo.

Piloni di sostegno: il secondo tronco è caratterizzato da 2 piloni, uno dei quali alto 100 metri e poggiato su un’area di 700 metri quadrati.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Dario Corradino e Valeria De Vecchi, Il respiro del cielo. Skyway Monte Bianco dalla storia al futuro, La Stampa, 2017.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]