Sindrome di Brown-Sequard

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.
Sindrome di Brown-Séquard
Cord it.svg
Lesioni del midollo spinale: quella che caratterizza la sindrome di Brown-Séquard è in basso.
Specialità neurologia
Classificazione e risorse esterne (EN)
ICD-9-CM 344.89
ICD-10 G83.8
eMedicine 321652
Sinonimi
Emiplegia di Brown-Séquard
Paralisi di Brown-Séquard
Eponimi
Charles Brown-Sequard

La sindrome di Brown-Séquard, anche nota come emiplegia di Brown-Séquard o paralisi di Brown-Séquard, è una sindrome neurologica caratterizzata dalla perdita permanente delle funzioni sensitive e motorie (anestesia permanente, atassia e paralisi) causata da una lesione di una sola metà del midollo spinale. In particolare si osserva la perdita della sensibilità epicritica (tattile fine) e la paralisi di tipo piramidale, del lato colpito dalla lesione, e la perdita della sensibilità protopatica (termica e dolorifica) del lato sano. Nell'emicorpo interessato dalla lesione, il deficit ha partenza dal mielomero lesionato ed è possibile riscontrare una anestesia globale a tale livello, se la sezione interessa una radice posteriore . Nell'emicorpo opposto, si manifesta circa due mielomeri più in basso (per via della decussazione ascendente ritardata del fascio spinotalamico).

Visto che la lesione può avvenire a vari livelli del midollo, gli effetti della sindrome possono osservarsi al solo arto inferiore o contemporaneamente all'arto inferiore e a quello superiore dell'emilato in cui la lesione è presente.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina