Sinagoga spagnola (Praga)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sinagoga spagnola
Spanish Synagogue.jpg
Facciata
Stato Rep. Ceca Rep. Ceca
Regione Praga
Località Praga
Religione Ebraismo
Architetto Josef Niklas, Vojtěch Ignác Ullmann
Stile architettonico Moresco
Inizio costruzione 1867

Coordinate: 41°53′22″N 12°28′11″E / 41.889444°N 12.469722°E41.889444; 12.469722

La sinagoga spagnola è la più recente sinagoga del ghetto di Praga.

Storia e descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Questa sinagoga, la più nuova del ghetto di Praga, si erge sulle fondamenta della più antica, la Scuola Vecchia o Altshul (Stará škola), che era geograficamente un può separata dalla comunità della , Sinagoga Vecchia-Nuova. Dopo la sua demolizione nel 1867 al suo posto nacque un nuovo edificio progetto in stile moresco da Ugnác Ullmann. Sia l'esterno che l'interno, con i ricchi stucchi che decorano le pareti e le volte dorate, richiamano molto l'Alhambra spagnola di Granada e, proprio per questa caratteristica, ha preso il nome di Sinagoga spagnola. La sinagoga, in passato chiusa ai non ebrei, è divenuta visitabile, compresa la collezione di oggetti appartenuti a famosi ebrei cechi dall'Illuminismo ai nostri giorni. Dopo 1994 la sinagoga serve la comunità ebrea aperta "Bejt Praha", di orientazione conservativa.[1][2]

Interno

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ site kosher prague
  2. ^ Alena Hetilinger p.181

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Alena Heitlinger, In the Shadows of the Holocaust and Communism: Czech and Slovak Jews Since 1945, New Brunswick, New Jersey, Transaction Publisher, 2006, p. 181, ISBN 9781412849562.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]