Sexion d'Assaut

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sexion d'Assaut
La Sexion D'Assaut.jpg
La Sexion d'Assaut nel 2012. Da sinistra a destra: Black M, Doomams, JR O Chrome, Lefa, Barack Adama e L.I.O Pétrodollars.
Paese d'origineFrancia Francia
GenereHardcore rap
Periodo di attività musicale2002 – in attività
EtichettaWati B
Sito ufficiale

La Sexion d'Assaut è un gruppo hip hop francese, composto da otto membri, cresciuti a Parigi.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nell'arco di tempo che va dal 2002 al 2009, i Sexion d'Assaut hanno pubblicato Le renouveau (street album), Les chroniques du 75 Vol. 2 (mixtape), La terre du milieu (mixtape), ecc.

Il 2 maggio 2009, il gruppo pubblica il secondo e ultimo street album, L'écrasement de tête che riscuote un buon successo in tutta la Francia.

Il 29 marzo 2010, la band pubblica il primo album ufficiale, L'école des points vitaux che nella prima settimana vende 19.000 copie e si guadagna il disco d'oro, successivamente guadagna anche il disco di diamante con 400.000 copie vendute.

Nella primavera del 2011, la band pubblica il suo quarto mixtape, Les chroniques du 75 Vol. 2 .

Il 18 novembre 2011, la band conferma il suo secondo album, L'apogée che uscì il 5 marzo del 2012. L'album conquista il disco d'oro e il disco di platino.

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Ex componenti[modifica | modifica wikitesto]

  • 3e Prototype
  • 75 Neces'R
  • Assos de Salopards
  • Assonances
  • Prototype 3015
  • Bynome Lyrical
  • Anraye
  • 9 Bless
  • M.K.X
  • Makan
  • Sarr
  • Dim'One
  • Jiba-Jiba
  • Baby Joe
  • Osiris
  • Mackadam

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album in studio[modifica | modifica wikitesto]

Mixtape[modifica | modifica wikitesto]

EP[modifica | modifica wikitesto]

Videografia[modifica | modifica wikitesto]

Album video[modifica | modifica wikitesto]

Controversie[modifica | modifica wikitesto]

  • Il gruppo è stato accusato di omofobia per un'intervista risalente al giugno del 2010
  • Doomams è stato processato il 10 novembre del 2010 per violenza domestica

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN128317891 · ISNI: (EN0000 0000 8829 7451 · BNF: (FRcb16135180r (data)