Scapo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Scapo floreale.

In botanica (dal lat. scapus, tallo delle piante) lo scapo floreale è il tallo sprovvisto di foglie e che presenta i fiori nell'apice. Gli scapi sono frequenti nelle liliopside, nel cui caso lo scapo nasce da un rizoma o bulbo.[1][2][3]

Il termine è stato proposto da Linneo nel suo Philosophia botanica.

Le famiglie più rappresentative per quanto riguarda la formazione dello scapo floreale sono: Amaryllidaceae, Balsaminaceae, Liliaceae, Papaveraceae, Droseraceae, Violaceae e Bromeliaceae.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ scapo nell'Enciclopedia Treccani [collegamento interrotto], su www.treccani.it. URL consultato il 5 gennaio 2020.
  2. ^ Ricerca | Garzanti Linguistica, su www.garzantilinguistica.it. URL consultato il 5 gennaio 2020.
  3. ^ Acta Plantarum - Home Page, su www.actaplantarum.org. URL consultato il 5 gennaio 2020.