Scanisaurus nazarowi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Scanisaurus
Immagine di Scanisaurus nazarowi mancante
Stato di conservazione
Fossile
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Reptilia
Superordine Sauropterygia
Ordine Plesiosauria
Superfamiglia  ? Plesiosauroidea
Genere Scanisaurus
Specie S. nazarowi

Lo scanisauro (Scanisaurus nazarowi) è un rettile marino estinto, appartenente ai plesiosauri. Visse nel Cretaceo superiore (Senoniano, tra 85 e 65 milioni di anni fa). I suoi resti fossili sono stati ritrovati in Svezia e in Russia.

Classificazione[modifica | modifica wikitesto]

Questo animale venne descritto per la prima volta nel 1911 da Bogolubov, sulla base di una vertebra cervicale posteriore molto corta e larga, rinvenuta sulle rive del fiume Volga nella regione di Oblast' di Orenburg, in Russia. Bogolubov attribuì questo fossile a una nuova specie del genere Cimoliasaurus (C. nazarowi). Nel 1959 Per-Ove Persson attribuì alla stessa specie alcuni fossili di plesiosauro ritrovati nella provincia di Scania, in Svezia, comprendenti frammenti di ossa degli arti, denti striati e alcune vertebre; lo studioso attribuì la specie C. nazarowi a un nuovo genere di plesiosauri, Scanisaurus, e lo ritenne comunque affine a Cimoliasaurus, tanto da includerlo nella stessa famiglia (Cimoliasauridae); questi plesiosauri, secondo Persson, erano dotati di crani più grandi e colli più corti rispetto ai tipici plesiosauri. Lo stesso studioso, in seguito, attribuì a Scanisaurus anche un cranio fracassato. In ogni caso, attualmente Scanisaurus è considerato un nomen dubium, a causa dell'eccessiva frammentarietà dei resti, privi di tratti diagnostici.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • P. O. Persson. 1959. Reptiles from the Senonian (Upper Cretaceous) of Scandia (S. Sweden); Arkiv for Mineralogi och Geologi; 2 pp.431-478
  • P. O. Persson. 1996. A crushed reptile skull provisionally referred to Scanisaurus sp; GFF; 118(2) pp.111--112; Geological Society of Sweden.