Sapieha

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Grande stemma della famiglia Sapieha Wielki (1858-1859).
Stemma della famiglia Sapieha

Sapieha, nobile famiglia d'origine lituana, fra le più potenti della Confederazione Polacco-Lituana.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La famiglia Sapieha è datata nella storia perlomeno al XV secolo in quanto in quell'epoca un certo Semen Sopiha (Сямён Сапега) viene menzionato come scrivano del re di Polonia e granduca di Lituania, Casimiro IV Jagellone nel 1441-1449. Semen ebbe due figli, Bohdan e Iwan.

Il creatore della fortuna e del potere della famiglia Sapieha fu il cortigiano, gran cancelliere e gran hetman di Lituania, Lew Sapieha.

Il 14 settembre 1700, Michał Franciszek Sapieha ottenne il titolo di principe dall'imperatore Leopoldo I. La sua morte sopraggiunse il 19 novembre successivo con l'estinzione del titolo ed in quell'anno la famiglia perse la sua posizione predominante come risultato della sua sconfitta nella Guerra civile liutana. Nel 1768 la famiglia riottenne il riconoscimento del titolo principesco. Dopo le partizioni della Polonia, la famiglia venne nuovamente autorizzata a fregiarsi del titolo di principe nel Regno di Polonia dal 1824. Il titolo venne riconosciuto anche in Austria nel 1836 e nel 1840, ed in Russia nel 1874 e nel 1901. Nel 1905, la famiglia ottenne anche la qualifica di Altezza Serenissima in Austria.

La nonna materna della regina Matilde del Belgio era un membro della famiglia Sapieha.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Polonia Portale Polonia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Polonia