San Giovanni Evangelista (Giotto)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
San Giovanni Evangelista
Giotto. St. John Evangelist. 1320-25. 81x55cm.Musee Jackemart Andree, Chaalis.jpg
AutoreGiotto
Data1325-1330 circa
TecnicaTempera e oro su tavola
Dimensioni81×55 cm
UbicazioneMuseo Jacquemart-André, Chaalis

Il San Giovanni Evangelista è un dipinto a tempera e oro su tavola (84x54 cm) attribuito a Giotto, databile al 1325-1330 circa e conservato nel Museo Jacquemart-André a Chaalis.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'opera è accoppiata a un San Lorenzo nello stesso museo e si ritiene che potesse formare un polittico con la Madonna col Bambino della National Gallery of Art di Washington; dal gruppo è stato invece escluso recentemente il Santo Stefano del Museo Horne, che presenta una preparazione di base a terra rossa, anziché verde come le due tavole francesi.

Il polittico potrebbe essere stato uno di quelli ricordati in Santa Croce da Ghiberti e Vasari, magari quello della Cappella Pulci-Berardi. In ogni caso la datazione delle tavole è vicina alle decorazioni della Cappella Bardi, quindi dopo il 1325 circa.

Descrizione e stile[modifica | modifica wikitesto]

San Giovanni Evangelista, riconoscibile per la penna e il cartiglio con alcuni versi del suo Vangelo, è raffigurato a mezza figura, rivolto verso destra. Indossa un manetllo dal panneggio pesante ed ha una fisionomia simile a quella del santo che compare nelle storie dell'evangelista della Cappella Peruzzi. Questa tavola, come il San Lorenzo, conserva anche la cuspide con un angelo a mezza figura, reggente un globo e un'asta.

La superficie pittorica appare rovinata da restauri impropri, ma Gnudi, Salvini e altri lo riferirono direttamente a Giotto.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Edi Baccheschi, L'opera completa di Giotto, Rizzoli, Milano 1977. ISBN non esistente

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]