Salvatore Angius

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Salvatore Angius nel 2014

Salvatore Angius (Lanusei, 27 maggio 1980) è un poeta italiano, vincitore del premio internazionale Simòn Bolivàr 2015.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Salvatore Angius (Lanusei, 27/5/1980) è un poeta italiano, vincitore del Premio internazionale Simòn Bolivàr 2015.

Figlio di un ufficiale dei Carabinieri, sin dall’infanzia ha girato l’Italia al seguito del padre.

Il nonno contadino era un poeta popolare sardo che si dilettava in poesia georgica. Alla Scuola militare “Nunziatella” di Napoli conosce il professor Claudio Ferone, latinista e grecista. Quest’ultimo influenza la sua formazione, indirizzandolo definitivamente verso la poesia.

Lasciata la carriera militare, negli anni successivi scrive volumi di poesia, come Disse il lupo alla luna (2009) e la sua versione in spagnolo Disse o lobo para a Lua; e Tracce nel Tempo (2010).

Notato da Rodolfo Rodriguez del Teatro Simón Bolívar di Caracas, è invitato alla manifestazione internazionale La casa halta donde los halbores hablan e successivamente ha pubblicato il suo quarto libro, Dialoghi dal Bosco. Nello stesso periodo alcune sue poesie vengono pubblicate nella mostra argentina «Aquarela Letteraria 2015» organizzata dal poeta Sergio Bravi a Buenos Aires.

A marzo 2015 pubblica Dialoghi col Vento con prefazione di Enrico Nascimbeni. A settembre 2015 è candidato al premio UNESCO “Simón Bolivár” per la categoria “ascenso de la carriera”, vincendolo nel dicembre dello stesso anno.

Nello stesso anno, a Roma, apre l’evento Call to love for AISM (evento dedicato alla sclerosi multipla) leggendo una poesia tratta del suo libro Dialoghi col Vento.

Il 30 aprile 2016 interviene all’Italian Internet Day presso la Regione Lazio con un intervento sul mondo del web e della poesia.

Pochi mesi più tardi è autore e protagonista di Genesi – Una serata dedicata al rapporto tra l’uomo e Dio attraverso la parola presso la Chiesa degli Artisti di Roma.

Nel 2017 realizza altri eventi di solidarietà e poesia in collaborazione con l’AISM e la Compagnia Bracci Schneider (regia di Enzo Masci) per la raccolta fondi per la ricerca sulla patologia degenerativa.

Nello stesso anno partecipa al prestigioso Festival di Musica Antica Wunderkammer di Trieste ed è protagonista di un evento di poesia presso Ca’ Sagredo a Venezia.

Viene inoltre invitato, come relatore, al Digital & payment summit 2017, organizzato dall’università LUISS.

Nel 2018, in collaborazione con il CSM, l’evento di beneficenza Una serata che vale una vita porta all’acquisto di un defibrillatore e alla pubblicizzazione del Manuale del Medico di Guardia 2018-2019 (ad oggi il più venduto d’Italia e contenente una poesia del poeta sardo).

Nello stesso anno partecipa alla Giornata Internazionale della Poesia e viene intervistato da Radio Vaticana (con traduzione in diretta in oltre 30 lingue). Recentemente, l’inizio della collaborazione con il cantautore Simone Sammarone al fine di contaminare di poesia anche la musica italiana.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Disse il lupo alla luna, Feltrinelli, 2009
  • Tracce nel Tempo Ma.gi. editore, 2010
  • Disse o lobo para a Lua, San Paulo ED
  • Dialoghi col vento, Rupe mutevole, 2015
  • Dialoghi col vento, Antonio Stango Editore, 2017

Note[modifica | modifica wikitesto]


Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie