Sak Kaoponlek

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Sak Kaoponlek
Nazionalità Thailandia Thailandia
Thai boxing Pixel fill.png
Specialità Muay Thai, K-1
Best ranking Best Thailand Fighter of the Yearº
Termine carriera 2015
Carriera
Nazionale
Italiana
Incontri disputati
Totali 380
Vinti (KO) 340
Persi (KO) 40
Palmarès

6 volte Campione del Mondo di Thai boxe, Campione Nazionale Thailandese, Best Fighter of the Year of Thailand, Campione Lumpinee Stadium, Campione mondiale MTA, Campione Mondiale WAKO,Campione Mondiale e Intercontinentale Kombat League, Vincitore di due titoli WFF

Statistiche aggiornate al 10 agosto 2015

Sak "Black Spider" Kaoponlek (Sisaket, 18 febbraio 1977) è un thaiboxer e kickboxer thailandese naturalizzato italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Ha vinto 6 titoli di campione del mondo in varie federazioni, il prestigioso titolo al Lumpinee Stadium in Thailandia nel 1998 ed uno dei più ambiti titolii in Thailandia: fighter of the year nel 1995, il miglior riconoscimento per un combattente thailandese[1].

Ha all'attivo uno score di 380 match di cui vinti 340 e persi 40, con uno spropositato numero di vittorie per KO.

L'11 Aprile del 2015 nel galà internazionale "Oktagon" ha disputato l'ultimo match della sua straordinaria carriera vincendolo.

In Thailandia dopo aver battuto tutti i fighter più forti rimane quasi un anno senza disputare match per mancanza di avversari e comincia la sua avventura in Europa; si stabilisce all'inizio a Trieste, per poi passare a Pordenone.

Titoli di Muay Thai[modifica | modifica wikitesto]

  • 6 volte Campione del mondo di Muay Thai
  • Thailand National Champion, Muay Thai, Bangkok
  • Campione dello Stadio Lumpinee, Bangkok, 1998
  • Campione dello Stadio Rajadamnern, Bangkok
  • Lumpinee Stadium Champion, Bangkok, 2000
  1. Winner "The Contender Asia" Qualifier

Premi[modifica | modifica wikitesto]

  • 1995, Best "Fighter of the year" (il più importante e prestigioso riconoscimento per i combattenti di muay thai in Thailandia)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Oktagon: Giorgio e Sak da campioni a istruttori per un giorno Gazzetta dello Sport, 9 aprile, 2015, su milombardia.gazzetta.it. URL consultato il 10 agosto 2015 (archiviato dall'url originale il 10 agosto 2015).

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]