Rifugio dei Loff

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Rifugio dei Loff
Ubicazione
StatoItalia Italia
Altitudine1 134 m s.l.m.
LocalitàCison di Valmarino
CatenaPrealpi Bellunesi
Coordinate46°00′04.46″N 12°08′54.6″E / 46.00124°N 12.1485°E46.00124; 12.1485Coordinate: 46°00′04.46″N 12°08′54.6″E / 46.00124°N 12.1485°E46.00124; 12.1485
Dati generali
Inaugurazione1970
GestioneANA Cison di Valmarino
Periodo di aperturaTutto l'anno
Capienza8 posti letto
Mappa di localizzazione

Il rifugio dei Loff è un bivacco situato sul versante meridionale delle prealpi Bellunesi, a ovest del passo San Boldo.

Si localizza nel comune di Cison di Valmarino (loff, in dialetto locale "lupi", è il soprannome dei suoi abitanti), addossato alle pareti del Crodon del Gevero (1254 m s.l.m.). Fu ultimato nel novembre 1970 su iniziativa di Amelio Sasso, Richetto Salton, Tullio Ferrari e Nino Gallonetto.

Accessibilità[modifica | modifica wikitesto]

L'accesso più rapido è dal passo San Boldo tramite il sentiero CAI 991. Conduce al bivacco in circa 1.30-2 ore, con un dislivello di 431 m.

In alternativa si possono seguire i vari sentieri, decisamente più impegnativi, che partono dal piazzale in località Peroz, a 499 m, posta circa 3 km a nord del centro di Cison (tra questi il cosiddetto sentiero dell'Asta, con segnavia 987). Altri percorsi provengono dal passo di Praderadego e dal versante bellunese.